Cronaca

Falsi trasportatori in "ricognizione" per probabili furti, denunciati

Fermati a Loreto e a Osimo, due coppie che circolavano trasportando rifiuti speciali senza autorizzazione: i carabinieri ritengono stessero svolgendo "sopralluoghi" per individuare bersagli per futuri furti

LORETO. Si aggiravano per Villa Berghigna con l’auto piena di batterie esauste, fingendo di essere operatori specializzati nella raccolta di rifiuti speciali, attività per la quale non avevano nessun titolo. La coppia in realtà, secondo i carabinieri, stava svolgendo un sopralluogo per poter meglio osservare da vicino le abitazioni ed individuare quelle più facilmente “attaccabili” per successivi furti.
I due sono stati identificati per
-    conducente: S.A., nato a Rimini, Cl. 1968, residente anagraficamente in Civitanova Marche (MC), di fatto senza fissa dimora, celibe, giostraio, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio;
-    passeggero: T.P., nato ad Atri (TE), Cl. 1980, residente anagraficamente in Reggio Emilia, di fatto senza fissa dimora, celibe, giostraio, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.
I due sono stati denunciati per “Attività di gestione di rifiuti speciali non autorizzata”, ed il passeggero (T.P.) anche per “Falsa attestazione a P.U. e sulla propria identità” in quanto nel corso dell’identificazione aveva dichiarato false generalità, ma è stato scoperto attraverso i rilievi delle impronte digitali effettuati in caserma.

OSIMO. Nella frazione di San Biagio, in via del Fosso, alle cinque di ieri pomeriggio, i militari della Stazione di Offagna, hanno sorpreso un autocarro Fiat Iveco con due individui che si aggiravano con fare sospetto nei pressi di alcune abitazioni e ditte, segnalati da alcuni residenti di Via D’Ancona e Via Montegrotto.
Il veicolo veniva immediatamente fermato e sottoposto a controllo nel corso del quale i due uomini, di origine rom, venivano identificati per:
-    conducente: M.G., nato a Calarasi (Romania), Cl. 1977, residente in Grottazzolina (FM), coniugato, nullafacente, già noto alle forze dell’ordine per reati vari;
-    passeggero: N.C., nato a Calarasi (Romania), Cl. 1990, residente in Grottazzolina (FM), coniugato, nullafacente, già noto alle forze dell’ordine per reati vari.

A bordo i due trasportavano rifiuti pericolosi ”RAEE” e altro materiale di scarto senza essere iscritti all’albo nazionale gestori ambientali e senza aver emesso la scheda descrittiva dei rifiuti pericolosi.
Il mezzo è stato sequestrato e i due sono stati deferiti in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per il reato di: “Attività di gestione di rifiuti speciali non autorizzata in concorso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi trasportatori in "ricognizione" per probabili furti, denunciati

AnconaToday è in caricamento