Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia: fermati 16 “sciacalli dei rottami” nelle zone dell’alluvione

Inoltre, in zona centro, un soggetto già noto alle forze di polizia è stato trovato in possesso di una grossa borsa con abbigliamento in perfetto stato di cui non è riuscito a giustificare la provenienza

Nelle aree colpite dal dramma dell’alluvione per fare incetta di rottami ferrosi e altri materiali: sono 16 gli “sciacalli dei rottami” fermati dalla Polizia. Proseguono infatti senza sosta i servizi di controllo diretti a prevenire il fenomeno dei furti a carico delle abitazioni e nelle zone interessate dall’alluvione. Gli agenti del Commissariato di Senigallia sono coadiuvati dagli uomini del Reparto Mobile e del Reparto Prevenzione di Perugia. In particolare, la Mobile di Senigallia svolge un importante ruolo di “filtro” al cento cittadino, per evitare che semplici curiosi si affollino creando problemi ai movimenti dei mezzi di soccorso.

Il presidio effettuato dalle forze dell’ordine, ad oggi, ha già consentito di fermare e identificare sedici persone – fra cittadini italiani, extracomunitari e di etnia rom – che, a bordo di furgoni, si sono impossessati (o hanno tentato di farlo) di oggetti ferrosi e materiali depositati nei bordi delle strade interessate dall’alluvione.

In due casi sono stati controllati quattro soggetti , trovati a bordo di  due diversi furgoni carichi di materiale ferroso, senza che avessero le autorizzazioni prescritte: i quattro sono stati multati per 4mila euro ed è stato disposto il fermo dei veicoli utilizzati.
In un altro caso, invece, sono stati controllati due giovani, S.G. 28enne di etnia rom (alla guida), e S.G., 26enne foggiano, a bordo di un furgone carico di rottami ferrosi. Il conducente è stato multato di 3100 euro per violazione della normativa ambientale, e denunciato per aver svolto attività non autorizzata di raccolta rifiuti, con consegue il fermo del veicolo impiegato.

Infine, in zona centro, un soggetto già noto alle forze di polizia è stato trovato in possesso di una grossa borsa con abbigliamento in perfetto stato di cui non è riuscito a giustificare la provenienza. Sono in corso accertamenti per verificare gli estremi per una penale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: fermati 16 “sciacalli dei rottami” nelle zone dell’alluvione

AnconaToday è in caricamento