menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il questore Oreste Capocasa (a sinistra) con il capo delle Volanti, Cinzia Nicolini

il questore Oreste Capocasa (a sinistra) con il capo delle Volanti, Cinzia Nicolini

Più polizia per le strade, furti e rapine: dati estivi in calo

Furti, - 48%, Rapine, - 71%. Sono i dati della Questura di Ancona relativi al periodo tra giugno e la prima settimana di agosto messa in relazione con gli stessi mesi del 2017

Meno furti e meno rapine. È positivo il bilancio stilato dalla Questura di Ancona che ha preso il numero dei reati commessi in provincia da giugno alla prima settimana di agosto e lo ha messo a confronto con lo stesso periodo dello scorso anno. Nei mesi estivi sono stati commessi 51 furti mentre lo scorso anno se ne erano registrati un centinaio. Un – 48% che soddisfa il questore Oreste Capocasa anche perché nello stesso lasso di tempo sono diminuite anche le rapine: da 8 del 2017 alle 2 di quest'anno (-71%).

«Un dato estremamente significativo e rilevante – ha detto Capocasa – per raggiungerlo abbiamo cercato di fare attività di prevenzione spalmando i servizi su tutta la settimana e non solo in giorni specifici. I risultati si sono visti».

I rinforzi da Perugia

A dare manforte agli uomini della Questura anche una decina di agenti al giorno in arrivo dall'Anticrimine di Perugia. Il loro impiego ha garantito finora – e continuerà a garantire fino a settembre - 3 pattuglie in più al giorno. Oltre a questo si sono aggiunti i controlli dal cielo con l'elicottere, utili soprattutto per le aree interne, la squadra nautica e le operazioni congiunte con le polizie locali sull'abusivismo commerciale. 

I gironi danteschi di Ancona

Per rendere sempre più strette le maglie dei controlli Ancona è stata divisa in gironi. Alcune pattuglie partivano dagli anelli esterni delle periferie verso l'interno. Un'altre dal centro verso l'esterno con rendez-vous a metà strada per fare il punto della situazione e ripartire. I controlli non hanno risparmiato locali, alberghi e altre strutture turistiche.

In tutto sono state identificate 22mila persone: per 78 è stato emesso un foglio di via obbligatorio mentre altre 91 hanno ricevuto un avviso orale. «Può sembrare che questi provvedimenti amministrativi non abbiano effetti, almeno nell'immediato, ma possono essere un deterrente e comunque, per noi, è un modo per avere contezza di chi abbiamo sul nostro territorio» ha concluso il Questore. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento