menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza D'Armi: troppi furti, parte una petizione per la sicurezza

Furti quasi giornalieri. I ladri riescono ad entrare di notte e portano via i soldi che trovano nelle casse. I commercianti lanciano l'allarme sicurezza e raccolgono le firme per una petizione da consegnare al Comune

Al mercato di piazza d'Armi non c'è un commerciante che non abbia, almeno una volta, subito un furto o un tentato furto, nell'ultimo mese. Dal 28 Dicembre scorso il mercato di piazza D'Armi è stato preso di mira e l'ultimo furto risale a pochi giorni fa. I ladri entrano continuamente, anche 3 o 4 volte in una settimana. I commercianti non si sentono sicuri. Chiedono più sicurezza e hanno organizzato una petizione per chiedere al Comune di intervenire e rendere il mercato un luogo di lavoro sicuro.

I ladri si introdurrebbero nel mercato di notte, forzando la saracinesca, dopo di che agirebbero indisturbati all'interno del mercato. Cercano i soldi. Pochi spiccioli perchè, a detta dei commercianti, rompono casse e cassetti per portare via poche decine di euro in monete. Soldi che i titolari delle attività lasciano lì per avere i resti pronti da dare il giorno dopo ai primi clienti. "La settimana scorsa  mi sono entrati dentro 4 volte in una settimana – ha detto Jury Paci della panetteria – Non hanno toccato nulla. Sono entrati per i soldi, ma la prima volta c'erano 20 euro e non hanno toccato neanche quelli".

E' andata peggio al negozio "Santoni", che vende salumi e formaggi. Pochi giorni fa infatti qualcuno ha forzato la porta e rotto una delle vetrate del loro negozio. In quell'attività sono presenti formaggi e salumi di valore, m anche dei macchinari che potrebbero essere rivenduti a prezzi notevoli. Per Marco Graziosi "non vengono per fame perchè di cose da mangiare ce ne sono tante e non hanno toccato nulla". Vengono per i soldi dunque, pochi spiccioli e, dopo l'ennesimo raid dei giorni scorsi, i commercianti chiedono più tutela. "Non ci sono porte adeguate e nemmeno la sicurezza è adeguata. Quì tutti pagano l'affitto ma il Comune non fa niente" ha aggiunto Graziosi.

Alcuni sono rassegnati a queste condizioni di lavoro. "Qui è una cosa ricorrente. Ci sono atti vandalici e furti. E' anche pericoloso venire a lavorare" ha detto Debora Calderigi de "La Pizzicheria".

Intanto la petizione  verrà presto consegnata all'amministrazione e i commercianti del mercato si sono già rivolti ad un avvocato. L'assessore alla sicurezza Roberto Signorini, di fronte all'emergenza, ha risposto: "Noi ieri abbiamo dato disponibilità a far sistemare le porte". I ladri infatti avrebbero gioco facile nell'entrare perchè la saracinesca dell'ingresso principale del mercato è danneggiata. Mancherebbe una guida, che serra le porte. Signorini ha detto che la farà riparare. I commercianti sostengono però che, anche le altre porte con apertura automatica non sono ben protette. Qualcuno chiede più controlli da parte dei Vigili. Ma al momento questo sembra non essere nei piani dell'amministrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento