Cronaca

Furti nelle frazioni: parte la controffensiva del prefetto

Il prefetto Orrei e il questore De Felice: rafforzare il coordinamento operativo delle forze dell'ordine. Intanto i residenti pensano a un "Comitato cittadino per la sicurezza e la legalità"

Nella foto: il questore Arturo De Felice

Si è tenuto ieri il tavolo tecnico sulla sicurezza tra Comune e Prefettura. Sul piatto– principalmente ma non solo – la questione dell’ondata di furti che in questi giorni sta travolgendo le frazioni. Il prefetto Paolo Orrei è stato chiaro: gli abitanti di Aspio, Candia, Montesicuro e Sappanico devono poter tornare a dormire sonni tranquilli al più presto possibile.
Non si può dunque aspettare la risoluzione dello scontro sindacale in atto tra polizia municipale e Comune che ha interrotto praticamente sul nascere il pattugliamento notturno dei territori colpiti: meglio rafforzare il coordinamento operativo delle forze dell’ordine per migliorare il servizio di controllo e prevenzione. Non che questi servizi non fossero svolti anche prima – si è tenuto a precisare – ma ora il controllo sarà garantito da una maggiore presenza e collaborazione tra i corpi di sicurezza, quasi a costituire una “prova tecnica di task force”. L’obiettivo primario, ha certificato il questore Arturo De Felice ai margini dell’incontro, è ovviamente quello di assicurare alla giustizia il prima possibile i responsabili dei furti.

IL COMITATO. Anche i cittadini, se pur fiduciosi nell’intervento delle forze dell’ordine, non vogliono restare con le mani in mano. L’idea al vaglio, dietro proposta del consigliere comunale Pdl – nonché residente di Candia e vittima anche lui dei furti – Francesco Bastianelli, è quella di un “Comitato cittadino per la sicurezza e la legalità”: niente “ronde fai da te”, dunque, ma un soggetto capace di promuovere iniziative sociali e culturali finalizzate alla promozione dell’ordine pubblico, e agisca in sinergia con altre associazioni o gruppi di cittadini affini.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nelle frazioni: parte la controffensiva del prefetto

AnconaToday è in caricamento