Banda dell'Audi scatenata, raid in riviera: ladri in fuga sulla supercar con targhe rubate

I carabinieri danno la caccia ai malviventi che hanno svaligiato quattro abitazioni e da un mese non danno tregua: rubati soldi, gioielli d'oro e vestiti firmati

foto d'archivio

Ladri scatenati in provincia: la banda dell’Audi è tornata a colpire, stavolta in riviera. Venerdí sera sono state svaligiate 4 abitazioni: tre a Sirolo, tra via Sant’Antonio e via del Corbezzolo, oltre ad una villetta a Camerano in via Dante. In tutti i casi i proprietari erano assenti.

I malviventi hanno adottato la solita tecnica: hanno rotto le persiane e praticato dei fori sugli infissi delle finestre per entrare. Sono spariti soldi, monili d’oro e in un caso anche vestiti firmati per un bottino complessivo stimato in circa 8mila euro. Per i sopralluoghi sono intervenuti i carabinieri di Numana, guidati dal comandante Alfredo Russo. I ladri sono stati visti scappare a bordo di un’Audi A4 scura di grossa cilindrata a cui i carabinieri hanno dato la caccia, organizzando posti di controllo sulla Statale 16 e in corrispondenza dei caselli autostradali di Ancona Sud e Porto Recanati. Niente da fare, i banditi l’hanno fatta franca, anche grazie a un trucchetto: hanno sostituito le targhe della supercar in diretta con altre rubate, in pochi minuti. Così sono riusciti a far perdere le proprie tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli investigatori si tratterebbe degli stessi 4 malviventi che a Pianello Vallesina, la sera di Halloween, sorpresi sul terrazzo di una villetta che si apprestavano a saccheggiare, hanno preso a sassate il proprietario, minacciandolo di morte. E forse sono sempre loro, in un ottobre da dimenticare sul piano della sicurezza, ad aver visitato due volte un complesso residenziale al Coppo di Sirolo, dove hanno ripulito 4 appartamenti: alla seconda visita sono stati rincorsi a piedi da due residenti, che si sono fermati solo quando i banditi hanno minacciato di sparare. Il terribile sospetto, infatti, è che siano armati: potrebbero essere in possesso di una pistola rubata a casa di un ex poliziotto in pensione, a inizio ottobre, in un blitz a Montacuto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna si rifiuta di dare i soldi al badante che lavorava per lei: lui la stupra in casa sua

  • Marche, nell'ultima settimana si abbassa l'età dei positivi :il 75% dei casi è under 35

  • Frecce tricolori ad Ancona, venerdì 29 maggio lo spettacolo nei cieli: info e orari

  • Spiagge libere in alto mare, un salasso: ecco tutto quello che c'è da sapere

  • Bloccato sulla porta di casa, la polizia trova coltelli e una mazza: «Volevano ammazzarmi»

  • Lidl continua a crescere, nuovo punto vendita ad Ancona e 6 assunzioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento