rotate-mobile
Cronaca

Operazione "Fuochi sicuri", sotto sequestro oltre 1.8 tonnellate di materiale pirotecnico. Sono 7 le persone denunciate

Operazione del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Macerata a contrasto degli illeciti in materia di articoli pirotecnici. Denunciati 7 responsabili e posti sotto sequestro oltre 830.000 “botti”

I finanzieri del Nucleo PEF di Macerata nelle scorse ore hanno effettuato dei controlli nei confronti di diversi operatori commerciali, riscontrando per cinque di essi, operanti nelle zone interne del maceratese e sulla costa e gestiti da cittadini di nazionalità cinese, modalità non idonee di stoccaggio di numerosi fuochi d’artificio, in assenza delle precauzioni necessarie. I fuochi si trovavano ammassati alla rinfusa, insieme ad altro materiale non rispettando quindi la vigente normativa, la quale prevede che tali prodotti debbano essere conservati in imballaggi di trasporto appositamente approvati e posti a distanza di due metri da altra merce.

I fuochi d’artificio, in gran parte appartenenti alle categorie “F1 e F2”, tra cui spiccavano bengala, fontane, batterie pirotecniche, non potevano essere custoditi con le modalità riscontrate. Nel corso dei controlli i finanzieri hanno scoperto che una delle ditte interessate vendeva il materiale pirotecnico sebbene priva della prescritta licenza. Al termine delle operazioni, le Fiamme Gialle hanno proceduto al sequestro di oltre 830.000 pezzi, per un totale di circa 1,8 tonnellate di fuochi d’artificio e alla denuncia alla locale Autorità Giudiziaria dei cinque titolari delle imprese controllate e di altri due soggetti facenti capo alle stesse, per il reato di detenzione illegale di materiale esplodente. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati alla ricostruzione dei flussi di denaro movimentati al fine di verificare la posizione dei responsabili dal punto di vista fiscale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Fuochi sicuri", sotto sequestro oltre 1.8 tonnellate di materiale pirotecnico. Sono 7 le persone denunciate

AnconaToday è in caricamento