Cronaca

Auto imbottita di petardi illegali, fioccano denunce: guai anche per tre commercianti

Operazioni della Guardia di Finanza e dei Carabinieri per un Capodanno all'insegna della sicurezza: centinaia di fuochi d'artificio sequestrati perché ad alto rischio

Foto di repertorio

Viaggiava con uno scatolone di petardi illegali in auto: il giovane è stato denunciato, così come il rivenditore da cui li aveva acquistati. A fare la scoperta è stata la Guardia di Finanza nell’ambito dell’iniziativa denominata “Natale più sicuro”, coordinata dalla Prefettura. Sono in tutto 102 i petardi sequestrati, del tipo Black 60 Thunder, considerati fuochi d’artificio professionali a rischio potenziale elevato, compresi tra gli esplodenti per il cui acquisto è necessaria una specifica autorizzazione prevista dal Tulps: 59 petardi sono stati trovati in possesso dell’automobilista anconetano, altri 43 nel negozio di Polverigi da cui si era rifornito poco prima. Il materiale era primo di avvertenza d’uso, composizione e marchiatura prevista, dunque illegale. 

Altri due commercianti di prodotti pirotecnici sono stati denunciati dai carabinieri di Senigallia perché vendevano petardi ad alta carica esplosiva non regolarmente registrati, come invece prescritto dalla normativa in vigore. I militari si sono portati nel negozio dell’hinterland senigalliese per effettuare un controllo e hanno rinvenuto e sequestrato il materiale irregolare: uno dei due titolari è stato denunciato per omessa registrazione di artifizi pirotecnici, l’altro per commercio abusivo di materie esplodenti. Nel corso del servizio di prevenzione e monitoraggio del territorio, i carabinieri di Senigallia hanno controllato 96 persone e 53 veicoli, sottoponendo una ventina di automobilisti all’alcoltest. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto imbottita di petardi illegali, fioccano denunce: guai anche per tre commercianti

AnconaToday è in caricamento