Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Fundraising e Truccabimbi, la Cri Marche a "scuola" di progettazione

Nel fine settimana scorso, la Cri Marche si è riunita al centro Giovanni Paolo II di Loreto per due eventi, organizzati dal coordinatore Maurizio Coracci: il Truccabimbi e il Fundraising

Nel passaggio dal pubblico al privato, anche la Croce Rossa (che oggi è associazione nazionale) è al lavoro per riorganizzare i propri comitati locali e mettere in campo una forma di collaborazione che, oltre ad attrarre nuovi fondi, vuole anche ricercare il coinvolgimento del pubblico con i valori di assistenza al prossimo che muovono l'intera organizzazione della Croce Rossa. Per questo nel fine settimana scorso, la Cri Marche si è riunita al centro Giovanni Paolo II di Loreto per una due giorni di formazione nell'ambito della comunicazione, progettazione e raccolta fondi. Due gli eventi eventi organizzati dal coordinatore Maurizio Coracci: il Truccabimbi e il fundraising (raccolta fondi). In tutto si sono radunati  loreto 80 volontari da tutta la regione. 

FUNDRAISING. I crocerossini marchigiani sono in prima linea per raccogliere fondi per le loro attività, alla base delle quali c’è sempre il servizio socio-sanitario. Fundraising significa saper gestire la relazione con il donatore e avere conoscenza delle modalità per raccogliere fondi. Per questo la prima attività è stato un corso accelerato con il professor Massimo Pesci, che ha dato le nozioni tecniche basilari per gestire al meglio, sia sotto il profilo dell’efficenza che dell’efficacia, l’organizzazione dei comitati locali che, in qualche modo ,devono diventare autonomi a tutti gli effetti. Dunque si è parlato di come organizzare eventi di raccolta fondi, organizzando al meglio le forze, in modo tale da poter avere il massimo impatto sul cittadino che non deve restare indifferente. Organizzare un semplice banchetto per la beneficenza o la raccolta fondi, non è mai stato così professionale. E oggi i volontari pronti più che mai. 

TRUCCABIMBI. Nello stesso momento, in altra zona del centro religioso loretano, una 30ina di volontari imperavano a truccare il volto dei bambini con immagini divertenti. Un corso, quello per truccare i piccini, importante per rendere l’azione della Cri divertente, anche per un pubblico diverso. Più piccolo, ma per questo ancora più importante perché capace, forse più di un adulto, a capire l’importanza dei valori sociali e di aiuto nei confronti del prossimo, che muovono la storica associazione della Cri. Una giornata passata a truccare e farsi truccare, guidati dai preparatori Donato Calabresi (Marche sud) e Marco Mazzanti (Marche nord).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fundraising e Truccabimbi, la Cri Marche a "scuola" di progettazione

AnconaToday è in caricamento