rotate-mobile
Cronaca Fabriano

Patto contro le frodi ai fondi Pnrr: protocollo tra Comune di Fabriano e Fiamme gialle

Il protocollo prevede lo scambio di informazioni tra Comune e Guardia di Finanza ogni qual volta l’amministrazione locale sia venuta a conoscenza di fattori di rischio riguardo gli esecutori dei progetti. Il protocollo decadrà in concomitanza con il termine del Pnrr, ovvero fine 2026

ANCONA - Un piano d’intesa per contrastare le frodi nell’utilizzo delle risorse del Pnrr. Così la sindaca di Fabriano, Daniela Ghergo, e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ancona, il Generale Carlo Vita, hanno siglato il protocollo finalizzato al rafforzamento del sistema di prevenzione e contrasto delle condotte lesive degli interessi pubblici. Nel mirino delle due istituzioni, appunto, i rischi di truffe nell’ambito dei progetti derivati dai bandi del Pnrr. 

La prevenzione

Il Programma di investimento comunitario Next Generation EU, attraverso il Pnrr ed il relativo Fondo Complementare di matrice nazionale, ha destinato all’Italia ingenti risorse finanziarie, che dovranno essere impiegate nel breve periodo e che responsabilizzano fortemente sia le Amministrazioni centrali, quali Enti primari per la gestione dei fondi, sia le amministrazioni periferiche, quali soggetti attuatori delle progettualità sul territorio. Perciò è stato istituito un dispositivo che prevede che gli Stati membri debbano adottare ogni iniziativa utile a prevenire e contrastare casi di frode, corruzione, conflitti di interesse e doppi finanziamenti. Il protocollo d’intesa siglato oggi (12 dicembre) si muove con la consapevolezza che un intervento dalla portata epocale come il Pnrr, traino per il rilancio e la crescita del Paese, richieda una vera sinergia tra le amministrazioni. In concreto: il protocollo prevede uno scambio di informazioni tra Comune e Fiamme gialle utili per la repressione di irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria attraverso la segnalazione degli interventi, dei realizzatori o degli esecutori che presentino particolari elementi di rischio. La durata del protocollo è prevista fino al completamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2026.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto contro le frodi ai fondi Pnrr: protocollo tra Comune di Fabriano e Fiamme gialle

AnconaToday è in caricamento