Coldiretti Marche, più di 600 controlli contro le frodi alimentari

L’emergenza sanitaria non ha fermato il lavoro nelle campagne e nemmeno quello dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi che ha continuato l’opera di tutela dei consumatori e delle aziende

Wine Kit Verdicchio

ANCONA - Oltre 600 controlli sulla filiera marchigiana a difesa dell’agroalimentare genuino e di qualità nei mesi del Coronavirus. L’emergenza sanitaria non ha fermato il lavoro nelle campagne e nemmeno quello dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi che ha continuato l’opera di tutela dei consumatori e delle aziende che puntano sulle eccellenze e sulla distintività del cibo locale. La maggior parte dell’attività effettuata tra il 1° febbraio e il 30 aprile, secondo il report, ha riguardato i settori del vino, dell’olio, dei salumi e dei formaggi con particolare riguardo alle denominazione di origine e al biologico. Nelle Marche sono stati messi sotto la lente d’ingrandimento oltre 38mila ettolitri di vini Doc, Docg e Igp, circa 33mila prosciutti tra cosce marchiate, tranci e vaschette, più di 55mila chili di altri salumi e 84mila chili di formaggi. Un’ottantina sono state le ispezioni in azienda. In totale i controlli hanno fatto riscontrare circa 40 irregolarità lievi, cui sono seguite diffide a rimettersi in regola quanto prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L'ottima reputazione del cibo marchigiano, e italiano in generale, nel mondo è data dalle buone pratiche di produzione ma anche da tutte queste azioni di controllo – commenta Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche - Ben vengano, dunque, le ispezioni: difendono i consumatori e difendono anche le aziende oneste dalla concorrenza sleale di prezzi fuori mercato. Nel tempo Coldiretti, con le aziende della rete di Campagna Amica, si è conquistata un rapporto di fiducia con i consumatori che premiano le produzioni locali e la vendita diretta. Sapere che a monte ci sono controlli su tutta la filiera non fa che rafforzare un rapporto che, durante l'emergenza, è proseguito con il servizio di consegne a domicilio dedicato alle persone che non potevano uscire di casa per le limitazioni agli spostamenti». L’attività dell’Ispettorato ha riguardato anche il canale e-commerce con 445 interventi per la rimozione, su Alibaba, Amazon e Ebay, di inserzioni irregolari di prodotti agroalimentari. Frodi che non risparmiano le Marche con i casi riscontrati in passato di ciauscolo fake, Salamini alla Cacciatora tarocchi e wine kit, anche di Verdicchio dei Castelli di Jesi, per prodursi il vino in casa attraverso acqua e preparati solubili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento