Frane a Mezzavalle, il Comitato: “Presenza di Vigili a monte degli stradelli"

Una nuova frana ha interessato il costone del Trave, ieri, attorno alle 11.30, in zona Mezzavalle. Guardia Costiera e Protezione civile hanno evacuato una ventina di bagnanti che avevano ignorato i divieti

Una nuova frana ha interessato il costone del Trave, ieri, attorno alle 11.30, in zona Mezzavalle. Guardia Costiera e Protezione civile hanno evacuato una ventina di bagnanti che avevano ignorato i divieti, portandoli nel tratto sicuro della nota e amata spiaggia anconetana.
Il Comitato Mezzavalle Libera ha inviato una lettera – al Comandante dei Vigili Urbani, alla Capitaneria di Porto di Ancona e, per conoscenza, all’Amministrazione Comunale (Sindaco Mancinelli e Assessore Urbinati), nonché al Presidente del Parco del Conero – chiedendo la promozione del rispetto delle regole, per una fruizione libera e sostenibile della spiaggia di Mezzavalle:

“Purtroppo – scrive il Comitato – negli ultimi anni assistiamo con preoccupazione al dilagare dell’inosservanza non solo dei divieti ma anche delle regole del buon senso e del civile convivere. In troppi sembrano intendere Mezzavalle come una spiaggia Libera ...per fare quello che si vuole!

Siamo convinti che sia necessario nell’immediato: 1) migliorare/incrementare la cartellonistica dei divieti in essere, le indicazioni e le azioni di sensibilizzazione su come comportarsi per preservare l’ambiente naturale di Mezzavalle e per poterne usufruire in sicurezza; 2) garantire la presenza, a scopo informativo , dissuasivo e, se necessario, sanzionatorio, dei Vigili Urbani a monte degli stradelli, in particolare per informare sul pericolo delle frane e per limitare l’accesso ai cani e ai campeggiatori abusivi; sarebbe sufficiente la loro presenza qualche ora la mattina e/o la sera, nei giorni di maggiore afflusso come il fine settimana.

Non riteniamo che la questione della diffusa mancanza del rispetto delle regole a Mezzavalle sia risolvibile con delle “retate” effettuate sporadicamente come in passato, ma non vogliamo certo difendere chi si comporta in modo incivile e insostenibile, quindi vi proponiamo di incontrarci per uno scambio di idee su come affrontare insieme, con azioni efficaci e condivise, le trasgressioni più dilaganti e preoccupanti: - numerose presenze nei tratti di spiaggia interdetta per pericolo di frane; - campeggio abusivo; - mancata osservanza del divieto di navigazione a motore entro i 300 mt da riva, in particolare nelle giornate clou dell’estate come lo scorso ferragosto; - accensione di fuochi; - numero crescente di cani in spiaggia”.

L’associazione chiede un incontro pubblico a scopo informativo, con la  partecipazione anche delle altre associazioni ambientaliste che già hanno partecipato alla pulizia della spiaggia organizzata ogni anno.

“Al Consiglio Comunale del 4 settembre –conclude Mezzavalle Libera – faremo presente altre urgenze della spiaggia di Mezzavalle, in particolare l’esigenza di ampliare i bagni e di consolidare la piattaforma su cui sono attualmente installati, pericolosamente erosa dalle mareggiate invernali. Infine, vi informiamo che dal mese di luglio stiamo raccogliendo il questionario “Come vorremmo Mezzavalle – dieci anni dopo”, dopo la prima indagine svolta nel 2004, per conoscere la percezione delle problematicità della spiaggia da parte delle varie tipologie di frequentatori. A settembre intendiamo organizzare una presentazione pubblica dei risultati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento