rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Cultura in lutto, è morto il poeta Francesco Scarabicchi

Il ricordo commosso del Comune di Ancona, con il quale Scarabicchi aveva spesso collaborato

«La scomparsa del grande poeta Francesco Scarabicchi non ci coglie impreparati, ma questo non diminuisce la tristezza in cui ci fa sprofondare. Scarabicchi è uno dei più grandi poeti italiani. Un uomo sincero, di immensa onestà intellettuale, che con le sue opere ha dato lustro alla città di Ancona, che amava e voleva sempre migliore, e su cui ha scritto pagine bellissime. La sua attenzione verso il ricordo dei grandi del Novecento  è quello che prendiamo come impegno, mentre la sua capacità di rendere solida ogni parola scritta e pronunciata, resta la testimonianza per tutta la comunità. Gli dobbiamo molto, e ci stringiamo attorno alla moglie Liana, donna di grande tempra e dolcezza, e ai loro figli». Parole commosse quelle con cui il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli, commenta la scomparsa del noto poeta.

Scarabicchi ha collaborato spesso con il Comune di Ancona, garantendo il suo spirito indipendente e critico. Lo ha fatto con il progetto Nostro Lunedì, con Massimo Recalcati in Kum, partecipando a tavoli sulla memoria del Novecento, e molto altro.  «Molti scrivono poesie, pochi sono veri poeti – afferma l'assessore alla Cultura, Paolo Marasca -. Un vero poeta ha parole verticali, anche per ordinare un caffè. Non racconta storie, ma fissa la profondità dell'animo umano. La poesia di Francesco Scarabicchi è nella storia della letteratura, e vi resterà per sempre. Lui è nei suoi versi. Nei manoscritti che teneva fra le mani già incerte, porgendoli alle persone fidate e attendendo fiducioso e consapevole un cenno di assenso mentre lo leggevano. Un pugno di amici fidati e innamorati; un desiderio incontrastabile nei confronti della parola; una famiglia amata senza tregua. Era un uomo capace di sostanza e bellezza, di severità e mitezza. La poesia lo pervadeva in ogni istante della giornata. Siamo molto tristi». Massimo Recalcati, direttore scientifico del festival KUM, a cui Scarabicchi ha partecipato due volte (la seconda con Gianni Montieri e che fu sua ultima uscita pubblica) ha inviato un messaggio di cordoglio: Quando muore un poeta, muore sempre un pezzo di noi. Quello che solo i poeti sanno far vivere. Addio Francesco, mio amato amico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura in lutto, è morto il poeta Francesco Scarabicchi

AnconaToday è in caricamento