Programma Sviluppo Rurale, più fondi per le aziende agricole del cratere

La Regione Marche ha incrementato i fondi Psr destinati agli investimenti nelle aziende agricole dell’area del cratere sismico

Foto di repertorio

La Regione Marche ha incrementato di 6,1 milioni di euro i fondi Psr (Programma di sviluppo rurale) destinati agli investimenti nelle aziende agricole dell’area del cratere sismico. Le imprese che hanno richiesto contributi con il bando del 2018 hanno ora a disposizione 29,1 milioni di euro complessivi. L’enorme numero di richieste pervenute ha reso necessario, in questi anni, diversi incrementi di risorse per soddisfare il maggior numero possibile di domande. A seguito dell’emergenza Covid-19, il fondo è stato ulteriormente incrementato per consentire lo scorrimento delle graduatorie. 

L’obiettivo è quello di rilanciare l’area terremotata che sta subendo anche gli effetti economici negativi della pandemia. Tra gli investimenti consentiti dal bando, figurano quelli per ripristinare il potenziale produttivo; promuovere la commercializzazione dei prodotti agricoli e agroalimentari (tramite punti vendita aziendali ed extra aziendali); impianti aziendali per la produzione di energia da fonti rinnovabili; opere di miglioramento fondiario; macchine e attrezzature agricole tecnologicamente avanzate; acquisti di terreni nell’ambito del “pacchetto giovani” (primo insediamento in agricoltura).
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento