Fondazione Carifac, donato un ecografo portatile per l'unità di continuità assistenziale

Continuano i sostegni all'Usca di Fabriano per migliorare l'assistenza domiciliare ai pazienti malati di Covid-19

FABRIANO - Donato un ecografo portatile per l’Usca, l'unità speciale di continuità assistenziale, dell’ospedale Engles Profili. Questa è la  terza donazione che la Fondazione Carifac ha effettuato in favore del presidio ospedaliero cittadino.

«Salvaguardare la struttura ospedaliera dalla pandemia e, nel contempo, garantire la massima tempestività e vicinanza ai pazienti contagiati dal Covid-19». Queste le parole nel comunicato firmato dalla cassa di rispario di Fabiano e Cupramontana. «Grazie alla generosità di tante persone che hanno aderito alla raccolta di solidarietà da noi promossa, in sinergia con Ariston Thermo Group, il presidente della Fondazione Aristide Merloni, Francesco Merloni e in partnership con Radio Gold Fabriano. Donato al personale dell’Unità speciali per la continuità assistenziale (USCA) un ecografo portatile Sonosite con sonde per ecocardiografia ed ecografia toraco-addominale. Istituite con Delibera di Giunta Regionale n. 384 del 27 marzo scoro, le Unità speciali per la continuità assistenziale, su chiamata dei medici di medicina generale o dei pediatri di libera scelta o dalla Guardia Medica, effettuano controlli al domicilio dei malati o sospetti contagiati di Covid-19 e, ove necessario, eseguono i tamponi per la verifica della positività al coronavirus».
Una strumentazione, dunque, che consentirà di continuare ad affrontare la fase uno dell’emergenza e trovarsi pronti per la fase due dell’epidemia Covid-19: «Potenziare le capacità diagnostiche delle USCA significa non solo migliorare l’assistenza specifica al paziente, ma evitare soprattutto un promiscuo accesso alla struttura ospedaliera riducendo in tal modo i rischi di contagio quale ulteriore garanzia per un ospedale No-Covid come il nostro nosocomio», evidenzia il presidente della Fondazione Carifac, Marco Ottaviani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maicol Onesta, dirigente dell’Unità operativa complessa di Medicina del presidio ospedaliero fabrianese commenta così: «Un doppio regalo da parte della nostra comunità. Una strumentazione strategica che potenzia la sanità del territorio nella fase di questa emergenza e una opportunità in più alla sua conclusione, per tutto l’ospedale Engles Profili, che semplificherà l’algoritmo diagnostico già al letto stesso del paziente e nelle condizioni di urgenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento