rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

Contagi tra i sanitari in continuo aumento, ad Ancona lacune organizzative e personale allo stremo

L'Area Vasta 2 di Ancona sta vivendo un momento particolarmente delicato. Qui le lacune organizzative sarebbero all'ordine del giorno

ANCONA - Preoccupa, e non poco, la risalita dei contagi Covid tra gli operatori sanitari all'interno degli ospedali italiani. L'Area Vasta 2 di Ancona sta vivendo un momento particolarmente delicato. Qui le lacune organizzative sarebbero all'ordine del giorno. Si registrerebbe dunque un nuovo picco di contagi, dove il personale dei pronto soccorso, allo stremo dopo 2 anni di pandemia, si troverebbe per l'ennesima volta a gestire emergenze, pazienti Covid e ad assistere i tanti pazienti che, non trovando il posto letto nel reparto dedicato rimangono per giorni nei locali e nei corridoi dei pronto soccorso. Gli infermieri, come se nulla fosse cambiato, pagano più di tutti lo scotto dell'improvvisazione.

A fare il punto sulla situazione il presidente del sindacato degli infermieri Nursing Up, Antonio De Palma. «Non siamo di fronte a un nuovo allarme - afferma De Palma - ma i casi di infermieri nuovamente infetti in diverse regioni devono far riflettere. Se c'è qualcosa che dobbiamo avere imparato, da un nemico subdolo e invisibile è che, nell'esatto momento in cui abbassiamo la guardia e pensiamo che l'incubo sia finalmente solo un lontano ricordo, veniamo inesorabilmente pugnalati alle spalle, quando meno ce lo aspettiamo»

E' evidente che dopo 2 anni di pandemia non ci si possa ancora cullare sugli allori. Anzi, di fronte a nuovi focolai che coinvolgono professionisti della salute, si è costretti a lasciare a casa operatori sanitari, per la maggior parte infermieri e medici. «Dobbiamo chiederci - conclude De Palma - come realtà ospedaliere già vessate da 24 mesi di emergenza sanitaria possano affrontare serenamente la realtà quotidiana dei malati cronici e dei soggetti fragili, nonché la routine della sanità ordinaria, privati di tale forza lavoro. Ovviamente siamo di fronte, per la maggior parte, a operatori sanitari asintomatici, ma i nuovi dati Iss facciano riflettere».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi tra i sanitari in continuo aumento, ad Ancona lacune organizzative e personale allo stremo

AnconaToday è in caricamento