rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

La commissione sull'Area Marina si fa sul marciapiede: è il flash mob di Fridays for Future

FridaysForFuture Ancona ha organizzato, insieme alle altre associazioni aderenti al comitato referendario per l’area marina protetta, un flash mob davanti al Comune

FridaysForFuture Ancona ha organizzato, insieme alle altre associazioni aderenti al comitato referendario per l’area marina protetta, un flash mob davanti al Comune per informare la cittadinanza in merito all' «osteggiamento che il referendum consultivo per l’istituzione dell’Area Matina Protetta (AMP) del Conero sta incontrando da parte della preposta commissione comunale».

(GUARDA IL VIDEO)

«Il flash mob vuole porre l’accento sulla mancanza di serietà che la giunta a guida Mancinelli sta dimostrando nell’opporsi all’istituzione dell’AMP- scrive Fridays for future- è già dal 17 Maggio 2021 infatti che il comitato per il referendum per l’Area Marina Protetta ha depositato il quesito referendario e da allora la commissione comunale per l’ammissibilità dei referendum ha rinviato per ben tre volte la proposta al mittente, proponendo modifiche al quesito referenziale che il comitato ha però respinto perché faziose e formalmente incorrette. La formulazione del quesito proposta dalla commissione infatti dipinge l’istituzione dell’AMP come l’applicazione di una serie di divieti che non sono automaticamente previsti dalla legge di riferimento la quale prevede l’approvazione di un regolamento per disciplinare una serie di attività, tra cui pesca e navigazione, che non sono automaticamente vietate dall’AMP- si legge nella nota- Inoltre, il comitato sottolinea che la proposta di modifica al quesito proposta dalla commissione contiene anche errori formali perché si rifà ad articoli che si riferiscono ad eventuali isole presenti nel territorio soggetto a tutela, che non son pertanto applicabili nell’ara del Conero in quanto non vi sono isole. Insomma una bocciatura ingiustificata, aggravata da lunghi ritardi nelle risposte, che induce il comitato a sostenere che i reiterati respingimenti da parte della commissione siano solo una manovra per non consentire lo svolgimento del referendum. Ma la cosa più grave è che pochissimo di tutto questo giunge alla cittadinanza». 

«Ecco perché oggi pomeriggio i ragazzi e le ragazze di FridaysForFuture, hanno deciso di metterci la faccia- continua la nota- o meglio di farcela simbolicamente mettere alla commissione inscenando una riunione in piazza indossando le maschere della sindaca Valeria Mancinelli, dell’assessore all’ambiente Michele Polenta e i membri della commissione Daniele Berardinelli, Claudio Freddara e Tommaso Sanna. «La giunta comunale sta dimostrando una totale assenza di serietà e mancanza di trasparenza in merito alla questione dell’AMP- sostiene Francesca Bompadre portavoce di FridaysForFuture Ancona - in primo luogo vorremmo capire perché la giunta continua ad opporsi all’istituzione dell’AMP, quali interessi pospone a quelli della tutela di un inestimabile bene comune come quello della biodiversità che popola la costa del Conero? In secondo luogo ci chiediamo perché continui a sottrarsi ad un confronto con la cittadinanza, se sono così convinti che la loro posizione sia giusta e rispecchi il volere popolare allora lascino che sia un referendum a confermarlo».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La commissione sull'Area Marina si fa sul marciapiede: è il flash mob di Fridays for Future

AnconaToday è in caricamento