Cronaca

Firmato il protocollo d'intesa per dare il via all'incubatore “Jesi Cube”

Firmato il protocollo d'intesa tra Gruppo Maccaferri, Università Politecnica delle Marche e Comune di Jesi per dare il via ufficiale alle attività dell'incubatore "JESI CUBE"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

La firma del protocollo d'intesa tra Gruppo Maccaferri, Università Politecnica delle Marche e Comune di Jesi per dare il via ufficiale alle attività dell'incubatore "JESI CUBE", che doveva avvenire nel corso del convegno "JESI CUBE per nuove generazioni d'imprese nelle Marche" previsto per il 9 febbraio rinviato causa maltempo, è avvenuta puntualmente.

Il prossimo passo sarà la definizione del comitato paritetico, una sorta di cabina di regia dell'iniziativa, composta da componenti delle organizzazioni firmatarie, e la stesura dei regolamenti interni, al fine di selezionare selezionatore i primi progetti già entro l'estate.

Nel frattempo saranno anche avviati i lavori di allestimento della struttura di 500 mq che ospiterà l'incubatore e che consentirà ai giovani imprenditori, di trovare un ambiente ideale per sviluppare la propria idea.

Il momento di approfondimento pubblico, nel corso del quale una serie di ospiti autorevoli avrebbero discusso sui temi dell'innovazione e del rilancio industriale attraverso gli interventi a sostegno delle nuove start up, sarà riproposto il prossimo maggio, individuando una data che possa consentire di avere lo stesso ricco e qualificato parterre di relatori già annunciato.

L'iniziativa ha già riscosso una vasta eco sui media e tra gli addetti ai lavori della regione Marche, che stanno rivolgendo particolare attenzione a questo progetto. In particolare vi sono proposte di collaborazione e sinergie con soggetti istituzionali e dell'impresa su cui si sta già lavorando, al fine di ampliare al massimo il potenziale dell'iniziativa e di programmare ulteriori progetti complementari, per lo stimolo dell'innovazione e della competitività del sistema industriale marchigiano.

La mission dell'incubatore sarà quella di sviluppare nuovi modelli imprenditoriali in ambiti ad alto contenuto d'innovazione quali biotecnologie, energie rinnovabili, Ict, robotica ecc. creando valore attraverso la crescita delle aziende incubate, e le esternalità positive in grado di essere così generate nel territorio.

La realizzazione di "JESI CUBE" può essere una svolta strategica ed un primo passo per nuove politiche di rilancio della competitività. La creazione di questo incubatore, il suo possibile ampliamento ad altri poli sul territorio regionale, l'idea di creare un parco scientifico-tecnologico, potrebbero essere le fasi di un importante percorso d'innovazione attuabile in sinergia tra gli attori privati, pubblici ed accademici della regione. La politica che punta sull'innovazione tecnologica e sulle sinergie con il mondo della ricerca è una risposta convincente all'attuale crisi del sistema socio-economico, vista anche la particolare attenzione rivolta alla "questione" giovanile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmato il protocollo d'intesa per dare il via all'incubatore “Jesi Cube”

AnconaToday è in caricamento