rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Addio a Fiorisa Antognini: era la voce del fratello Carlo noto critico e saggista

Una vita spesa a dare voce alle opere del fratello costretto a letto dopo un incidente in gioventù. Lascia le sorelle Anna e Mirella e tre nipoti

ANCONA. - La comunità piange la morte di Fiorisa Antognini, sorella di Carlo, critico letterario considerato uno dei massimi esponenti del 900 marchigiano, che si è spenta pochi giorni fa all'età di 90 anni. I funerali si sono celebrati lunedì 18 luglio nella chiesa dei Santi Cosma e Damiano. 

Fiorisa era conosciuta per aver dato voce alle opere di suo fratello (vittima di un incidente in giovane età e costretto a letto) e aver passato la vita a valorizzarne l'importanza. È stata tra i soci fondatori, nel 1982, dell'associazione culturale Carlo Antognini con don Giancarlo Sbarbati, l'artista Franco Falaschini, la scrittrice Fedora Mobilia Giangiacomi e tanti altri. Ha seguito e partecipato a varie iniziative come la premiazione di tante edizioni del concorso nazionale di poesia e narrativa Riviera Adriatica. Ma Fiorisa non si è fermata alla morte del fratello (nel 1977) e ha continuato a portare avanti la casa editrice da questi fondata, L'Astrogallo, pubblicando libri, curando edizioni di varie opere a cui il fratello aveva messo mano. Lascia le sorelle Anna e Mirella e tre nipoti. Tutta l'associazione culturale Carlo Antognini ricorda la scomparsa di Fiorisa con il suo presidente Fiorello Gramillano e l'ex presidente Patrizia Papili. Si legge in una nota: «Ha rinunciato a crearsi una famiglia, ad avere dei figli, per dedicarsi a quel fratello che, a vent'anni, dopo un tuffo nella piscina del Passetto, passò il resto della sua vita, altri vent'anni, a letto, paralizzato. Fiorisa Antognini è stata colei che ha permesso al fratello di scrivere, di curare mostre, di editare libri, di fare trasmissioni alla radio Rai».

«La voce di Carlo non era limpida - racconta don Giancarlo Sbarbati, parroco della chiesa di Cristo Divino Lavoratore, che ha officiato il rito funebre - Fiorisa ha dato voce al fratello, lui dettava e la sorella scriveva. Ha permesso a questo artista di tirare fuori il suo genio, senza di lei lui non avrebbe potuto fare nulla».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Fiorisa Antognini: era la voce del fratello Carlo noto critico e saggista

AnconaToday è in caricamento