rotate-mobile
Cronaca Senigallia

Truffato da un finto broker, ex bancario perde 640mila euro: sul conto ne ritrova solo 69

Aveva affidato i risparmi ad un promotore finanziario finito ora a processo. I rendiconti non erano veritieri. Quando ha ingaggiato una persona per riavere i soldi è stato minacciato dai rom

SENIGALLIA - Affida i sui risparmi a quello che credeva un promotore finanziario ma i rendimenti che sarebbero dovuti fruttare (640mila euro in sei anni) sono scomparsi e nel conto si è ritrovato solo 69 euro. Truffato un ex bancario. Era stato il suo commercialista a fargli conoscere il broker, un 55enne senigalliese che ora è finito a processo per truffa aggravata ed esercizio abusivo della professione. Il dibattimento è in corso davanti al giudice Matteo Di Battista. Ieri sono stati sentiti i testimoni dell’accusa, una poliziotta del commissariato di Senigallia, dove la vittima, 61 anni, del posto, si è rivolta nel 2020 per sporgere denuncia, e un amico del 61enne a cui aveva presento il broker. La poliziotta ha spiegato come nell'indagine era emerso che il promotore finanziario, difeso dall'avvocato Domenico Liso, era stato cancellato dall'albo dal 1999 e la partita Iva dello stesso risultava inesistente. Stando alle accuse il 61enne (nel processo è parte civile) avrebbe fatto versamenti mensili, tra il 2013 e il 2019, con assegni, bonifici bancari e contanti per un totale di 51 mila euro.

Il promotore gli aveva prospettato un investimento redditizio all'estero con l'apertura di un conto che gli avrebbe gestito con tanto di delega simulando però l'esistenza di lauti profitti quando in realtà sul conto erano rimasti solo 69 euro. Chiedendo di poter riscuotere la rendita sono iniziati i problemi. Il promotore non si faceva trovare o inventava scuse dicendo che il denaro lo aveva spostato in altri titoli. La vittima ha iniziato a sospettare di essere stato raggirato così si è rivolto ad un conoscente (un 37enne di Ostra) per fargli recuperare almeno la somma investita, ma  questo lo avrebbe fatto minacciare dai rom con la promessa di fare del male anche ai suoi figli se non gli dava 46mila euro. Una sorta di ricompensa per recuperarli il denaro dal broker che però non avrebbe mai recuperato. Il conoscente è finito a processo per estorsione ed è stato condannato a febbraio dello scorso anno a tre anni e quattro mesi. Per il finto broker il processo va avanti con il rito ordinario ordinario. Prossima udienza il 17 ottobre per sentire l’imputato. Stando alla difesa non c'è stata nessuna truffa, la vittima avrebbe solo sbagliato investimenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffato da un finto broker, ex bancario perde 640mila euro: sul conto ne ritrova solo 69

AnconaToday è in caricamento