Finti volontari della Croce Gialla, il presidente Caporalini spiega come smascherarli

Finti volontari della Croce Gialla derubano anziana. Distinguere i veri volontari dai truffatori è facile e come farlo ce lo spiega il presidente Alberto Caporalini

Alberto Caporalini

Truffata e derubata dopo aver aperto la porta ai due uomini che avevano in mano dei calendari della Croce Gialla. «Buonasera signora siamo della Croce Gialla questo è il calendario del 2019, può fare un offerta da 5 o dieci euro o più?». La donna ha accettato, ha aperto e ha donato 6 euro. Peccato che quei due l’avevano derubata di 50 euro, ma soprattutto non erano affatto volontari della Croce Gialla di Ancona. Distinguere i veri volontari dai truffatori è facile e come farlo lo spiega il presidente Alberto Caporalini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Babbo Natale aspetta l’ambulanza – VIDEO

«Noi come Croce Gialla, ormai da diversi anni, la distribuzione dei calendari a casa l’abbiamo affidata ad una agenzia che distribuisce in modo capillare i calendari nelle cassette delle lettere dove c’è anche un bollettino nel caso in cui qualcuno ci voglia dare una mano. Sono anni che non facciamo più la distribuzione porta a porta, sono anni che non passiamo più nei negozi. Purtroppo periodicamente si creano questi situazioni spiacevoli con qualcuno che se ne approfitta, riesce a rubare i calendari lasciati nelle cassette postali e poi li va a distribuire in giro come accaduto ieri. I calendari vengono distribuiti dai volontari solo ed esclusivamente in occasione di eventi come oggi o domenica prossima o la mattina della vigilia in corso Amendola dove c’è la casetta di Babbo Natale. Ma lì c’è il nostro personale in divisa, ci sono i nostri mezzi quindi la cosa è più che evidente. Tutte le altre forme di distribuzione non sono autorizzate per cui, in tutti gli altri casi, le persone si sentano pure autorizzate a chiamare le forze dell’ordine». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, malore mentre si trova in acqua: muore un 69enne

  • Addio Tiziana, sconfitta da un male spietato: una vita dedicata al suo ristorante

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Ladri scatenati, scappano con oro e Rolex: i residenti scendono in strada armati

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento