Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Maxi inchiesta sugli incidenti finti, truffe anche sugli autobus

C’è anche la Conerobus tra le società a cui gli indagati avrebbero fatto arrivare una richiesta di risarcimento danni. Se i soldi fossero stati liquidati, la municipalizzata del trasporto pubblico risulterebbe vittima del raggiro

Assicurazione auto

C’è anche la Conerobus tra le società a cui è arrivata la richiesta di risarcimento danni. Richiesta avanzata da parte di quelli che oggi sono indagati nell'ambito della maxi inchiesta sui finti incidenti per truffare le assicurazioni auto. Dunque se i soldi fossero stati liquidati, la municipalizzata del trasporto pubblico anconetano risulterebbe vittima di un raggiro che, secondo il pm Ruggiero Dicuonzo, tra il 2008 e il 2010, ha coinvolto più di 100 persone, tra cui anche 6 minorenni

A contattare l’assicurazione dell’azienda per il trasporto pubblico locale sarebbe stato proprio uno dei presunti truffatori, facendo riferimento ad una caduta subita mentre era su un autobus di linea. Si parla di una richiesta di 3.500 euro in riferimento ad un presunto incidente avvenuto a Maggio del 2010, quando l’indagato aveva sostenuto di aver subito danni dentro il mezzo pubblico. Il referto del Pronto Soccorso di Ancona parla di una contusione al naso con prognosi di 5 giorni. L’uomo poi è tornato in un altro Pronto Soccorso, questa volta di Chiaravalle, dove gli sono stati refertati altri 3 giorni di prognosi per una “lesione mandibolare”. Da lì la richiesta formale di risarcimento danno, con tanto di atto di liquidazione. Non solo perché, a dare forza alla versione dei presunti truffatori, ci sarebbe un testimone che aveva confermato l’incidente. 

Tutti fatti che, secondo i Carabinieri di Santa Maria Nuova e la Procura di Ancona, non sarebbero mai avvenuti. Tanto che ci sarebbe l’autista di quel bus che, ascoltato dagli inquirenti, ha dato una versione che smentisce completamente le pretese degli indagati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi inchiesta sugli incidenti finti, truffe anche sugli autobus

AnconaToday è in caricamento