rotate-mobile
Cronaca Osimo / Via Giacomo Matteotti

Osimo: litiga con un conoscente, lo aggredisce e poi finge di essere stata investita

Una 38enne ha accusato un conoscente di averla investita, ma era stata proprio lei ad aggredirlo: la verità è saltata fuori grazie al senso civico dei residenti di Corso Matteotti, che hanno spontaneamente testimoniato

Litiga con un conoscente per ruggini di vecchia data, lo aggredisce e poi lo denuncia fingendo un investimento: è stato solo grazie al senso civico dei residenti di Corso Matteotti, a Osimo, e al lavoro degli Agenti del Commissariato, che si è potuta ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e non si è indagato un innocente.

B.N., 38enne cittadina del Marocco residente ad Osimo, ha chiamato la polizia sostenendo di essere stata investita da un suo conoscente di nazionalità tunisina con il quale aveva avuto un acceso alterco subito dopo il quale si era dato alla fuga a bordo di un’autovettura di grossa cilindrata.

La donna ha sporto quindi denuncia presso il Commissariato di Polizia e nel frattempo gli agenti, dopo accurati controlli, hanno localizzato l’auto ed individuato il presunto pirata, che però ha fornito una versione completamente diversa dei fatti. Come si è detto, solo il senso civico di alcuni residenti della zona, che assistendo alla scena dalle finestre delle loro abitazioni hanno offerto spontaneamente la loro testimonianza agli agenti, ha permesso di ricostruire la dinamica dell’episodio.

Dalle testimonianze infatti si è appurato che era stata la donna ad aggredire il conducente dell’auto,  probabilmente per questioni riconducibili a querele sporte (reciprocamente) in passato.

La 38enne è stata quindi deferita per simulazione di reato, ingiuria e lesioni nei confronti del conducente dell’auto, che nel frattempo aveva sporto querela nei suoi confronti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo: litiga con un conoscente, lo aggredisce e poi finge di essere stata investita

AnconaToday è in caricamento