Il padre vuole mandarlo in comunità, lui gli spacca il naso: arrestato un 25enne

Per molto tempo l'uomo ha evitato di denunciare il figlio tossicodipendente nonostante le aggressioni subite, ma all'ennesimo episodio di violenza ha raccontato tutto ai carabinieri

foto d'archivio

Ha massacrato di botte il padre solo perché voleva aiutarlo e accompagnarlo in una comunità di recupero per intraprendere un percorso di disintossicazione dalla droga. L’ha preso a pugni e l’ha mandato all’ospedale con il naso rotto e lo zigomo fratturato. Ora è in carcere il 25enne di Filottrano che dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravi. 

Il padre per anni ha tenuto nascoste le aggressioni subite dal figlio, conosciuto dalle forze dell’ordine per i suoi problemi con la droga. Voleva proteggerlo, sperava che prima o poi sarebbe cambiato. E invece no. Col tempo la situazione è peggiorata, fino a che sabato mattina il 25enne è andato a trovare i genitori. La discussione è rapidamente degenerata. Appena il padre gli ha parlato della comunità di recupero, lui ha perso le staffe e l’ha picchiato selvaggiamente. La madre, spaventata, ha chiamato aiuto. Il 118 ha accompagnato il 55enne a Torrette, dove gli è stata riscontrata la frattura composta delle ossa nasali e dell’orbita destra, giudicata guaribile in 30 giorni. L’uomo è stato ascoltato dai carabinieri e alla fine si è deciso a sporgere denuncia contro il figlio, che è stato raggiunto, portato nella caserma della Compagnia di Osimo e sottoposto ad arresto, convalidato questa mattina in tribunale. Il giudice ha disposto la misura cautelare del carcere e ora si trova rinchiuso a Montacuto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

  • «Aiuto, lasciami, non mi toccare», le ultime parole di Fiorella prima del colpo mortale

Torna su
AnconaToday è in caricamento