Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

La sicurezza diventa barriera architettonica, disavventura alla fiera per una ipovedente

Disavventura per una 56enne ipovedente nell'area fiera. La donna è inciampata su un blocco di cemento posto a protezione delle bancarelle. Pericoli e limitazioni: il paradosso della sicurezza

Il blocco di cemento in piazza della Repubblica

Fiera blindata, fiera sicura, ma a volte sono le stesse misure di sicurezza a rappresentare delle insidie. Lo sa bene la 56enne ipovedente che mentre camminava in piazza della Repubblica accompagnata dal suo cane guida è inciampata contro una barriera di cemento posta a protezione dell’area fiera ed è caduta. Nessuna grave conseguenza, la donna è stata medicata sul posto dai volontari della Croce Gialla, intervenuta insieme a una pattuglia della Polizia Municipale e dei Carabinieri impegnate nei controlli della manifestazione. La donna ha rifiutato il trasporto in ospedale e per lei quella di giovedì pomeriggio resterà solo un brutto ricordo

Lo stesso riposizionamento delle bancarelle lungo via XXIX settembre, corso Garibaldi e corso Stamira, è dovuto a esigenze di sicurezza nel rispetto di un’apposita circolare ministeriale. Passeggiare tra le bancarelle vista porto è stata però un’impresa per le mamme che ci hanno provato spingendo passeggini così come per alcuni disabili sulla sedia a rotelle. La carreggiata ridotta rispetto a quella del Viale della Vittoria e l’alta affluenza specialmente nei primi due giorni di fiera ha di fatto impedito a chi è costretto a muoversi sulle ruote di visitare le bancarelle. Il viavai tra piazza Kennedy e la rotatoria della galleria San Martino è stata una continua richiesta di «permesso» e tra le poche persone che spingevano le carrozzine non è stato difficile percepire il disagio. 

Barriere architettoniche indirette, insomma, che nulla hanno a che vedere con i gradini posizionati distrattamente sulle rampe per disabili o ascensori malfunzionanti, ma che seppure in buona fede rischiano di trasformarsi in vere e proprie trappole. Poi c'è la componente legata alla distrazione: già nel primo giorno della kermesse alcune persone sono inciampate e cadute in un tratto di piazza Cavour, tra corso Garibaldi e corso Stamira, a causa di una buca nell'asfalto che tagliava l'intera carreggiata proprio davanti alle bancarelle della Fiera. Quella però è un'altra storia. O forse no. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sicurezza diventa barriera architettonica, disavventura alla fiera per una ipovedente

AnconaToday è in caricamento