Liquido infiammabile sul fuoco, la fiammata lo investe: gravissimo lotta tra la vita e la morte

A rimanere coinvolti nell’incidente anche il cane e la nuora dell’uomo in gravi condizioni, per la quale la paura è stata tanta visto anche il suo stato di gravidanza

Foto di repertorio

Sarebbe dovuta essere una serata in compagnia dei propri vicini di casa e invece si è trasformata in un incubo quando il ritorno di fiamma di un fuoco arso ha investito in pieno lui: un osimano di 65 anni, che ora si trova nel reparto di Rianimazione dell’ospedale regionale di Ancona in prognosi riservata. E’ in coma e lotta tra la vita e la morte a causa delle ustioni di secondo e terzo grado riportate sul 60% del suo corpo. 

I fatti sono avvenuti martedì sera nel piazzale comune ad una serie di villette a schiera nella cittadina anconetana. Lì dove i residenti delle case limitrofe avevano deciso di trascorrere una serata per ritrovarsi intorno ad una tavola nel fresco di una sera d’estate. Secondo quanto raccontato dai familiari dell’uomo, il 65enne era seduto proprio a due passi da un fuoco appoggiato su un manufatto artigianale. Un fuoco vivo che non serviva a cucinare ma, a dire di alcuni residenti, a tenere lontane zanzare e insetti indesiderati. Intorno alle 23 le fiamme andavano ravvivate e così uno dei partecipanti avrebbe cercato di ravvivare il fuoco con un liquido infiammabile. Subito la fiammata imponente che ha investito l’osimano, diventato quasi una torcia umana. Tra il panico dei presenti, su di lui si è subito lanciato uno dei figli nel tentativo di spegnere le fiamme che lo stavano avvolgendo. Sono poi intervenute le ambulanze inviate dalla centrale operativa del 118 per trasportare l’ustionato al Pronto Soccorso in condizioni apparse da subito gravissime. 

A rimanere coinvolti nell’incidente domestico anche la nuora dell’uomo, per la quale la paura è stata tanta visto anche il suo stato di gravidanza. La donna ha riportato delle ustioni alle gambe e, dopo diverse visite tra l’ospedale di Osimo e il Salesi di Ancona, ne è uscita con una prognosi di pochi giorni e la tranquillità di sapere che il bambino stesse bene. E’ invece grave il cane della famiglia osimana. Un pinscher di 5 anni che, al momento della fiammata, era proprio sulle gambe dell’osimano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

Torna su
AnconaToday è in caricamento