Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Ponterosso / Via Varano

Festival del dialetto di Varano, pienone per “Tutta colpa de lu vusciu… dell’ozono”

Domenica mattina si è tenuto il raduno del Vespa Club di Ancona. Nel pomeriggio, ore 17, giochi di strada per bambini e famiglie, apericena, mostra di pittura e bancarelle degli hobbisti

Pienone ieri sera al Festival del Dialetto di Varano, la frazione del Conero anconetano ribattezzata “paese dei dialetti”, piena di persone salite per divertirsi e gustare la prelibatezza dei piatti preparati dalle cuoche varanesi. Una serata che ha visto prima il concorso canoro “Varano Canta” con l’esibizione di Riccardo Battistelli e Nico Lattanzi, che ha passato il turno, qualificandosi per la semifinale di venerdì prossimo. Quindi la bella e divertente rappresentazione della Compagnia Lucaroni di Mogliano con la commedia “Tutta colpa de lu vusciu… dell’ozono”.

Il festival prosegue oggi (GUARDA IL PROGRAMMA). In mattinata si è tenuto il raduno del Vespa Club di Ancona. Nel pomeriggio, ore 17, giochi di strada per bambini e famiglie, apericena, mostra di pittura, bancarelle degli hobbisti. In serata, dopo una nuova puntata di Varano Canta, sul palco salirà la Compagnia “Turno H24” di Ancona, l’unica compagnia di Ancona e della provincia, in concorso al Festival. Presenta la commedia “La ciena” di Vincenzo Bordonaro, che è anche il regista. La trama: c’era una volta un circolo culturale dove i cosiddetti soci, eternamente annoiati, vivono ed esistono solo esclusivamente in funzione di un evento, un avvenimento che li coinvolge tutto l’anno, ma che si concretizza in una unica serata, la sera della CIENA. Si cena con piatti, bicchieri, cibo ma con strani invitati, gente eccentrica, bizzarra, stravagante, strampalata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival del dialetto di Varano, pienone per “Tutta colpa de lu vusciu… dell’ozono”

AnconaToday è in caricamento