menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Viabilità a Montacuto

Viabilità a Montacuto

Festa senza parcheggi, Montacuto off limits: il senso unico salva i residenti dall'assalto a Moroder

Parcheggiare a Montacuto era impossibile. Tutti gli spazi disponibili erano esauriti già dal pomeriggio, compreso quello del cimitero, il cui muro è stato scambiato per una latrina a cielo aperto

Caos calmo a Montacuto e Portonovo. L’ormai tradizionale festa di Moroder, almeno per ora, non è un supplizio per il piccolo centro abitato. La semichiusura temporanea della strada del Castellano, percorribile solo in direzione via del Conero e non in direzione stadio ha salvato i residenti dall’assalto automobilistico già visto nel medesimo evento dello scorso 25 aprile. Il “BBQ Porco del Conero” non ha tradito le aspettative. Migliaia di persone si sono riversate già dal primo pomeriggio nel noto agriturismo. Ma il problema per loro è che non c'è un parcheggio nei pressi della festa. E allora ecco l’ordinanza con cui la strada principale è stata chiusa dalle 16 alle 24 e i bus navetta che ogni 10 minuti collegano lo Stadio del Conero con Moroder hanno risparmiato i maggiori disagi agli abitanti che hanno festeggiato il primo maggio al Circolo Montacuto. «Questa volta non ci sono stati problemi, anche perché c’era la protezione civile, speriamo vada avanti così anche nelle prossime ore» dice un gruppo di residenti, tra cui Mauro Talevi. «Il 25 aprile siamo stati invasi dalle macchine, ma ora con l’istituzione del senso unico hanno fatto una cosa fatta bene». Alcuni residenti hanno comunque preferito recintare le aree parcheggio private con dei cavi e dei nastri. Già dal tardo pomeriggio un presidio di volontari dell’associazione Nazionale Carabinieri ha deviato verso Villa Romana le vetture provenienti dalla via del Conero. La zona era comunque sorvegliata e seminata da divieti di sosta fin dalla mattina. Proprio un volontario dell’associazione Carabinieri racconta che una residente ha preferito parcheggiare l’auto davanti alla porta del proprio garage per impedire ad altri di sostarvi selvaggiamente. Peccato che la vettura della signora in questione sia poi stata bloccata da due moto posteggiate davanti al cofano e dietro la macchina, impedendo alla stessa vettura di muoversi. Fino alle 17,30 i casi di sosta selvaggia si contavano comunque sulle dita di una mano: una Renault scura posizionata davanti contenitori per rifiuti e un paio di piccole utilitarie che si sono appropriate dei marciapiedi. Resta il fatto che parcheggiare a Montacuto era impossibile. Tutti gli spazi di sosta disponibili erano esauriti già dal pomeriggio, compreso quello del cimitero, il cui muro è stato scambiato da qualcuno per una latrina a cielo aperto.

PORTONOVO. Popolata, ma tranquilla, anche la Baia. Pienone a Portonovo dalla tarda mattinata ma il caos delle auto previsto per la festa della Capannina non si è materializzato per via dell’annullamento della stessa kermesse. I parcheggi “Lago Grande”, “La Torre” e la stessa “Capannina” si sono popolati a partire dalle 11. Gli automobilisti hanno trovato per la prima volta i parcheggiatori. Oggi infatti inizia il periodo dei posteggi a pagamento con la bassa stagione (0,80 cent orari e 5 euro intero giorno) che terminerà il 1 luglio. Qualche vettura posteggiata in divieto di sosta tra la Capannina e la rotatoria del “Lago Profondo”, ma più per inciviltà che per necessità. Nessun parcheggio è stato chiuso per sold out. La stessa Municipale è intervenuta in mattinata, ma solo per un lieve tamponamento sulla strada principale. Qualcuno nelle spiagge ha sfidato la brezza per la prima tintarella in costume. I più hanno preferito un picnic in riva al mare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento