Il Comune annulla il party al Conero Golf, gli organizzatori: «Provvedimento illegittimo»

Alessandro Sartarelli (Eventi Divertenti): «Un mese fa ci hanno rilasciato la licenza e ora la revocano a due giorni dalla festa: è normale?»

Foto d'archivio Conero golf club - foto dal profilo Facebook di Eventi Divertenti The Original

Salta un’altra festa per colpa della burocrazia. Con una mossa a sorpresa il Comune di Sirolo, dove si è appena insediato il nuovo sindaco Filippo Moschella, ha deciso di revocare l’autorizzazione concessa per l’attesa festa di apertura estiva che era in programma per domani sera (sabato 8 giugno) al Conero Golf Club, al Coppo di Sirolo. La decisione ha spiazzato lo staff di Eventi Divertenti, organizzatore, per conto della società Enjoy Srl, del party “Summer Season Opening”, per il quale erano attese oltre 2500 persone, dopo l’autorizzazione ricevuta il 3 maggio scorso dalla precedente amministrazione civica. La revoca è stata comunicata soltanto ieri (giovedì) alle 18, rendendo di fatto impossibile anche un ricorso al Tar per salvare l’evento in extremis.

Lo sconcerto degli organizzatori 

«Il provvedimento di revoca, a parere dei nostri legali, è palesemente illegittimo nei suoi contenuti, tempi e modalità - scrive in una nota su Facebook Alessandro Sartarelli, direttore artistico di Eventi Divertenti -. A nulla sono valsi i nostri incontri con il Comune di Sirolo per trovare una soluzione ed evitare di cancellare un evento programmato da oltre un mese. Comprendiamo tutto e ci rimettiamo alle ulteriori verifiche richieste, per quanto riteniamo che secondo logica queste dovrebbero essere effettuate prima di rilasciare un’autorizzazione e sopratutto, visto il tempo decorso, non a due giorni dalla data dell’evento. Come da prassi abbiamo atteso il rilascio della licenza prima di uscire con la promozione dell’evento. Oggi non è più sufficiente neanche questo. Oggi ti rilasciano la licenza più di un mese prima e a due giorni dall’evento te la revocano. È normale? Ringraziando voi tutti, amici, fans, conoscenti, clienti affezionati ed occasionali, staff, Pr, personale di servizio, artisti, partners e fornitori, per la fiducia accordataci anche in questa occasione, profondamente sconcertati e rammaricati per l’accaduto, ci auguriamo che il buon senso prevalga per potervi far vivere in futuro altre serate meravigliose sotto le stelle del Conero Golf Club». Ora lo staff si riserva di decidere il da farsi, valutando anche una richiesta di risarcimento danni. «Continueremo a collaborare con il Comune per l’organizzazione dei prossimi appuntamenti estivi - spiega Sartarelli -, ma adesso la nostra prima preoccupazione è avvisare tutti dell’annullamento della festa e rimborsare chi aveva già acquistato i biglietti. Ad ogni modo, non sarà la burocrazia a fermarci e nemmeno quello che reputiamo un errore dell’Amministrazione. Ci auguriamo solo che queste cose servano da insegnamento per il futuro perché non è possibile che le licenze prima vengano rilasciate e poi ritirate per ulteriori approfondimenti». 

La replica del sindaco 

Il sindaco Filippo Moschella, che alle ultime elezioni ha spezzato la ventennale dinastia della famiglia Misiti, spiega: «La società era stata avvisata informalmente una settimana fa dell’esistenza del problema: il progetto, di per sé, sotto l’aspetto tecnico è conforme, ma non sono io a doverlo dire, bensì una Commissione di vigilanza comunale che, purtroppo, non è stato possibile convocare in tempi utili, a tutela del pubblico e delle stesse società coinvolte, ma che si terrà nei prossimi giorni per valutare i progetti relativi alle altre feste programmate al Conero Golf per l’estate». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

Torna su
AnconaToday è in caricamento