rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca Arcevia

La “Sciabolata” non funziona e si ferisce alla mano: spavento dopo il cenone

La scenografica sciabola per aprire lo spumante non è andata a buon fine procurando ad una donna un taglio profondo e diverse ferite

“Sciabolata” sfortunata per una trentaquattrenne che, dopo il cenone di Capodanno, nel tentativo di aprire lo spumante con la scenografica sciabola (pratica molto in voga ultimamente, sia nei locali che presso le abitazioni) si è ferita al pollice di una mano procurandosi un taglio molto profondo che ha richiesto l’arrivo dei sanitari. Paura tra tutti i commensali che hanno pensato al peggio salvo poi tirare un sospiro di sollievo una volta appreso che il vetro della bottiglia non era entrato in profondità.

La donna, che si trovava ad Arcevia, è stata portata in ambulanza fino a Senigallia trascorrendo così un Capodanno insolito e, naturalmente, rovinato rispetto ai propositi. La stessa donna è stata poi dimessa con alcuni punti di sutura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La “Sciabolata” non funziona e si ferisce alla mano: spavento dopo il cenone

AnconaToday è in caricamento