rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

STRAGE DI CORINALDO | Fedez è arrivato in tribunale, prima della testimonianza l'incontro con alcuni parenti delle vittime

Il cantante è arrivato poco prima delle 10 con la sua manager. Dall'ingresso sul retro è poi salito al quinto piano in un'aula vicina a quella del processo dove ha parlato con alcuni parenti delle vittime in attesa della testimonianza

ANCONA - Fedez è arrivato poco prima delle 10 presso il Tribunale di Ancona dove è stato chiamato a testimoniare nel processo della strage di Corinaldo. Tra il 7 e l'8 dicembre del 2018 nella discoteca Lanterna Azzurra morirono 5 ragazzi ed una mamma. L'artista, scortato da Digos e carabinieri, è entrato da un ingresso secondario salendo al quinto piano in un'aula vicina a quella del processo. Prima della testimonianza ha incontrato alcuni parenti delle vittime, tra cui Francesco Vitali, fratello di Benedetta. Vestito con mocassini e cappotto nero la tua testimonianza è iniziata alle 10.50.

Il pm Paolo Gubinelli ha chiesto a Fedez di riferire sull’affollamento della discoteca. Lui ha spiegato che «Se abbiamo un locale con certo tipo di capacità e l’artista è venduto ad un certo prezzo, se lo vendo a 20/30 mila euro in un locale che contiene 500 persone, chi sta gestendo la data è consapevole che il titolare dovrà strariempire il locale. Problemi di qualche tipo, almeno uno svenimento, ci sarebbe stato».

SERVIZIO IN AGGIORNAMENTO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

STRAGE DI CORINALDO | Fedez è arrivato in tribunale, prima della testimonianza l'incontro con alcuni parenti delle vittime

AnconaToday è in caricamento