L'omaggio a Federico II, dame e cavalieri in piazza per un tuffo nel XII secolo

In occasione dell’apertura del Museo, sabato 1° luglio dalle 17 alle 23 un grande evento di piazza con oltre 50 performers, rievocatori storici specializzati in epoca federiciana

Museo Stupor Mundi a Jesi

Sabato 1° luglio 2017, nello storico Palazzo Ghislieri a Jesi, la città che ha dato i natali a Federico II di Svevia, sarà inaugurato il Museo Federico II Stupor Mundi, il primo grande museo al mondo a lui dedicato, che riprende l’appellativo con cui veniva chiamato l’imperatore dai suoi contemporanei per affermare la sua inesauribile curiosità intellettuale. Un museo storico di narrazione ed insieme un museo multimediale capace di coinvolgere i visitatori in un viaggio immersivo e multisensoriale alla scoperta di una delle più affascinati personalità della Storia.

Il Museo è istituito dalla Fondazione Federico II Stupor Mundi con il contributo di Gennaro Pieralisi e di Fondazione Marche in collaborazione con il Comune di Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini, la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, la Fondazione Federico II Hohenstaufen e la Regione Marche. La curatela scientifica è stata affidata a Anna Laura Trombetti Budriesi, docente di Storia medievale all’Università degli Studi di Bologna, coadiuvata da Laura Pasquini Tommaso Duranti; l’allestimento museografico è di Volume S.r.L capofila per questo progetto di un team di aziende qualiEuphonStudio'80Castagna-Ravelli e Sydonia Production. Le ricostruzioni scenografiche ed i costumi sono a cura del Laboratorio Scenografico e dellaSartoria Teatrale della Fondazione Pergolesi Spontini

In occasione dell’apertura del Museo, sabato 1° luglio dalle 17 alle 23 un grande evento di piazza con oltre 50 performers, rievocatori storici specializzati in epoca federiciana: in Piazza Federico II, ad ingresso libero e gratuito, saranno le animazioni con dame, cavalieri, falconieri e antichi mestieri, per un tuffo nella città di fine XII secolo, con la regia di Matteo Mazzoni ed in collaborazione con il Comune di Jesi. Come in uno squarcio temporale, una finestra su quel leggendario 26 dicembre 1194, in una tenda, nella medesima piazza, Federico nasce ancora una volta, in un grande campo allestito nel cuore di Jesi.

È l’omaggio all’Imperatore con dame, cavalieri, falconieri e antichi mestieri. La regia è di Matteo Mazzoni, con la partecipazione di I Falconieri di Federico II di Jesi (AN), La Compagnia di Avalon di Jesi (AN), Compagnia d’Arme Lo Basilisco di Jesi (AN), Ente Palio di San Floriano di Jesi (AN), Centro Ippico “Circolo della natura” di Jesi (AN), Militia Bartolomei di Castelraimondo (MC),Compagnia D’Arme Grifone della Scala di San Severino Marche (MC),Mestieranti della “La Contesa della Margutta” di Corridonia (MC), Opificiumdi Viterbo, il gruppo musicale “Sturm und Drunk” di Sarnano (MC) e Antonio Toma con papere, oche e pulcini al seguito.

Durante la festa medievale, sarà inoltre allestita una MITAMA play area nella sala didattica al piano terra del Museo; Grazie alla collaborazione con la Incall spa, nota azienda dalla Vallesina creatrice dei prodotti scuola e ufficio Mitama, i bambini avranno a disposizione matite, colori e altro materiale didattico per ricreare la “corte di Federico” tutta da colorare…”. Tra i partecipanti saranno estratti a sorte tre Disegni e vinceranno un ricchissimo Mitama Kit School fornito della Incall.

Alle ore 17, apre al pubblico il Museo multimediale, con ingresso a pagamento: 6 euro il intero, 4 euro il ridotto (under 18, over 65, gruppi di almeno 10 persone, insegnanti, studenti universitari, soci Icom, Archeoclub, Touring Club, FAI, Italia Nostra, Amici dei Musei), integrato musei 3 euro, ingresso famiglia per due adulti con due bambini a 15 euro, gratuito per bambini fino a 6 anni, giornalisti iscritti all’albo, guide turistiche, disabili con accompagnatore. Una importante novità è il Biglietto Integrato Musei, pensato in un’ottica di valorizzazione turistica e culturale della città per incentivare la visita di tutte le strutture museali di Jesi: grazie alle convenzioni avviate, il visitatore potrà visitare il Museo Multimediale dedicato allo Stupor Mundi al costo ridotto di 3 euro, dietro presentazione di biglietto di ingresso ad uno dei musei cittadini, con validità una settimana.

Il Biglietto Integrato Musei sarà solo una delle tante iniziative che prenderanno il via nei prossimi mesi: numerose le azioni di coinvolgimento dei cittadini e delle categorie sociali ed economiche del territorio, affinché il “ritorno dell’Imperatore” a Jesi diventi opportunità di sviluppo del turismo e volano economico per la città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento