menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Spinelli, presidente di Federcaccia Ancona

Andrea Spinelli, presidente di Federcaccia Ancona

«Per evitare incidenti i cacciatori devono attenersi alla regole»

Il falco morto e il cacciatore impallinato, la categoria prende posizione anche se il presidente ammonisce gli ambientalisti

«Tutto coloro che si ritengono cacciatori devono attenersi alle regole: rispettare le distanze dalle abitazioni, dalle strade, per non incorrere in spiacevoli inconvenienti ma soprattutto rispettare sempre gli animali sia quelli cacciabili che non». È Andrea Spinelli, presidente di Federcaccia Ancona, a parlare all'indomani degli episodi che hanno contrassegnato gli ultimi giorni venatori nella nostra provincia. Dal falco trovato ferito in un campo e poi morto nonostante i tentativi di cura all'incidente di Filottrano con un cacciatore impallinato dal compagno di battuta. Un invito alla prudenza e a essere ligi nel rispettare le regole.

Quanto alla proposta dell'Enpa, di denunciare gli abusi? «La presidente ha ragione quando parla di bracconieri e non di cacciatori e ha ragione a dire che servirebbe un aiuto da parte dei cacciatori veri - commenta Spinelli - Bisognerebbe però non concentrarsi solamente in questo periodo puntando il dito contro la solita categoria: così è troppo facile. Quanti animali muoiono perché magari mangiano in campi inquinati da presunti concimi? E quanti animali muoiono perché magari si abbeverano in acque inquinate? In questi casi non sento mai parlare o additare nessuno. Si punta sempre il dito nella direzione più semplice e che in questo momento fa più rumore».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento