rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca Senigallia

Strage di Corinaldo, il papà di Emma Fabini: «Nessuno ha mai detto di sentirsi in colpa per mia figlia»

Fazio Fabini si sfoga sui social. Sono passati quattro anni da quel dicembre del 2018 quando Emma morì alla Lanterna Azzurra

SENIGALLIA - Lo sfogo di un papà che ha perso tragicamente sua figlia: ccosì Fazio Fabini torna a parlare sui social pubblicando un lungo post di riflessione in merito ai tragici fatti di Corinaldo alla Lanterna Azzurra dove perse la vita la figlia Emma. Sceglie il gruppo "Gli amici di Emma" per il suo sfogo. «Nei tre anni e mezzo trascorsi dall’otto dicembre del 2018 - scrive - mi sono chiesto frequentemente se coloro che sono stati coinvolti, in varia misura, in quella tragedia, hanno vissuto momenti di angoscia. Avranno mai pensato che certificando la sicurezza di strutture che sicure non erano, rilasciando dei permessi con superficialità o perseguendo il proprio interesse hanno provocato la morte di cinque adolescenti all’alba della loro vita, di una mamma e più di duecento feriti di cui, alcuni, in modo molto grave. Se così fosse avranno passato notti insonni, schiacciati dal senso di colpa. Uno sconforto al limite dello smarrimento pensando di essere indegni della comunità di cui fanno parte e che aveva riposto in loro la completa fiducia, affidandogli i propri figli. Se così fosse, nessuna pena inflitta da un Tribunale potrebbe essere altrettanto dolorosa».

Per la strage di Corinaldo sono arrivate le prime condanne e intanto la giustizia fa il suo corso. Fabini prosegue: «A queste domande non so dare risposte. A me personalmente nessuna delle persone coinvolte mi ha espresso il suo senso di colpa. Se dovessi guardare i fatti dovrei concludere che la mia è pura illusione. I componenti della banda del peperoncino hanno continuato a compiere i loro misfatti anche dopo Corinaldo. Gli altri vari indagati aspettano il dibattimento processuale per dimostrare la loro verità. Sono curioso di scoprire di chi potrebbe essere la colpa secondo questi signori. La capacità che hanno alcuni di auto assolversi e sconcertante. Altro che senso di colpa». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Corinaldo, il papà di Emma Fabini: «Nessuno ha mai detto di sentirsi in colpa per mia figlia»

AnconaToday è in caricamento