Cronaca

Dalle Marche all'Emilia Romagna, ora si può: ecco cosa dice il nuovo decreto di Ceriscioli

La Regione Marche ha dichiarato la propria disponibilità a procedere così anche con i presidenti delle altre Regioni confinanti

Foto di repertorio

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato un nuovo decreto, in base al quale sono consentiti gli spostamenti anche al di fuori della Regione Marche, nei limiti della provincia o del comune confinante, da parte di residenti in province o comuni collocati a confine tra Marche e altre regioni. Gli spostamenti sono consentiti solo dopo formale comunicazione congiunta tra presidenti di Regione, presidenti delle Province o sindaci dei Comuni tra loro confinanti, ai rispettivi prefetti competenti. Il decreto è in vigore alle ore 00 del 21 maggio 2020.

Per consentire gli spostamenti, questa mattina il presidente Ceriscioli ha firmato, insieme con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, la comunicazione ai prefetti di Pesaro e Rimini. Dunque da ora, se si è congiunti conresidenti nelle province di confine,se c'è accordo tra le Regioni o comunque tra le provincie o comuni confinanti, avvisando preventivamente, ci si può spostare. Al momento ci si può spostare dalla provincia di Pesaro alla provincia di Rimini. La Regione Marche ha dichiarato la propria disponibilità a procedere così anche con i presidenti delle altre Regioni confinanti.

Ci si potrà spostare anche dalle Marche all'Abruzzo 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle Marche all'Emilia Romagna, ora si può: ecco cosa dice il nuovo decreto di Ceriscioli

AnconaToday è in caricamento