Muscoli facili, duro colpo al business del doping: migliaia di sequestri e 55 indagati

Operazione "Easy Muscles", i carabinieri e i Nas hanno stroncato un giro d'affari da mezzo milione di euro in tutta Italia: nel mirino atleti e body builder

I farmaci sequestrati dai carabinieri e dai Nas

Perquisizioni in 30 città, 55 indagati in tutta Italia, migliaia di confezioni di farmaci sequestrati, contenenti nandrolone, testosterone, ormone della crescita e steroidi anabolizzanti, destinati a palestre ma anche a ciclisti e altri sportivi a livello amatoriale. Duro colpo al business del doping da parte dei carabinieri del comando provinciale di Ascoli Piceno e del Nas di Ancona che hanno portato a termine un’importante operazione, ribattezzata "Easy Muscles" (muscoli facili) finalizzata a smantellare un ingente traffico di farmaci illeciti provenienti dall’Est Europa.

L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Ascoli, ha consentito di disarticolare una rete composta da decine di italiani, accusati a vario titolo di ricettazione o somministrazione di farmaci e altre sostanze per alterare le prestazioni agonistiche degli atleti, importazione illegale e vendita di medicinali al pubblico on line senza autorizzazione, ma anche con ricette mediche falsificate. L’indagine, iniziata nel 2018 nelle Marche, si è presto allargata a tutta Italia: tra i 55 indagati ci sono atleti di varie discipline sportive e frequentatori di palestre, abituati ad acquistare e commercializzare farmaci ad effetto dopante importati da Bulgaria, Polonia e altri Paesi dell’Est Europa e poi rivenduti in tutta Italia attraverso una fitta rete di co-indagati. Grazie all’analisi dei conti correnti, è stato ricostruito un giro d’affari da mezzo milione di euro con transazioni su carte di pagamento e spedizioni postali. Inoltre, è stato riscontrato riscontrare l’uso di ricette mediche falsificate, da parte di alcuni indagati, al fine di approvvigionare ulteriori prodotti provenienti dal circuito regolare nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le perquisizioni, oltre ad Ascoli, sono state disposte nelle province di Pesaro-Urbino, Bari, Barletta-Andria-Trani, Brescia, Cagliari, Cremona,  Ferrara, Foggia, Latina, Lodi, Lucca,  Massa Carrara, Messina,  Milano, Padova,  Parma,  Perugia, Reggio Calabria, Roma, Savona, Siracusa, Taranto, Terni, Torino, Trapani, Treviso, Trieste, Varese e Viterbo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Party abusivo al porto, in consolle c'era pure il Dj: ora sono guai per il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento