rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca

Friday’s For Future sotto la Regione Marche: fango contro il palazzo e momenti di tensione

I manifestanti hanno protestato lanciando il fango dell’alluvione in segno di protesta contro la gestione del maltempo

ANCONA- La sede della Regione Marche di Ancona è stata imbratta, questa mattina (23 settembre) con il fango dell’alluvione da alcuni attivisti di Friday’s for Future come segno di protesta contro la gestione dell’ondata di maltempo che ha colpito il territorio marchigiano nelle ultime settimane. I manifestanti hanno intinto le mani nel fango e hanno riempito l’edificio di impronte. «Noi sporchi di fango, voi sporchi di sangue», scrivono gli attivisti del Collettivo depangher su Instagram pubblicando le foto della sede imbrattata.

Il fango – come riportato sul quotidiano Open - sta a simboleggiare il risultato del cambiamento climatico, dicono da Friday’s For Future, «contro contro il quale la politica non sta facendo nulla». Secondo le prime stime, sono almeno 300 i giovani a manifestare ad Ancona, partiti alle ore 9 sotto Palazzo Raffaello, la sede della Giunta regionale. Oggi, 23 settembre, riprende lo sciopero globale per il clima: sono almeno 40 le città del nostro Paese che hanno aderito.

A livello di cronaca, fanno sapere dalla Siulp sindacato di Polizia, si sono registrati momenti di tensione davanti alla Regione Marche con un dispositivo di sicurezza che non è apparso sufficiente all’evento. Secondo il segretario generale Alessandro Bufarini: «La forza impiegata si è dimostrata insufficiente e la situazione che è venuta a crearsi poteva mettere a serio rischio l’incolumità dei colleghi che solo grazie alla propria professionalità hanno evitato che la situazione degenerasse».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Friday’s For Future sotto la Regione Marche: fango contro il palazzo e momenti di tensione

AnconaToday è in caricamento