rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Fingeva di vaccinare, scoppia un altro caso dosi-fake: medico in manette

Un altro caso vaccini. Falsi pazienti anche da fuori Regione, medico di medicina generale in manette. Scattano le accuse di truffa ai danni dello Stato, peculato e falso

A un mese dallo scandalo di Ancona, scoppia un nuovo caso di vaccini fake nelle Marche. Falso ideologico e materiale, peculato e truffa ai danni dello Stato: sono le accuse con cui i carabinieri del Nas di Ancona e i militari di Ascoli Piceno hanno arrestato un medico di medicina generale, attivo nella provincia ascolana. L’uomo si trova agli arresti domiciliari. 

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, da medico-vaccinatore attestava falsamente le avvenute somministrazioni di dosi anti-Covid a diverse persone provenienti anche da altre regioni. Obiettivo? Permettere ai finti pazienti di poter scaricare il green pass. Le ricostruzioni, portate avanti dai militari coordinati dalla Procura di Fermo, hanno portato alla luce delle anomalie nella registrazione delle vaccinazioni. L’accusa di peculato deriva dall’ipotesi secondo cui il medico avrebbe disperso i vaccini ottenuti tramite Servizio Sanitario Nazionale e mai somministrati. 

Vaccini fake: un mese fa il caso di Ancona

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fingeva di vaccinare, scoppia un altro caso dosi-fake: medico in manette

AnconaToday è in caricamento