menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In centro senza mascherina, poi urina su un'auto in sosta: per lui foglio di via di 3 anni

Al comando di polizia locale di Falconara è stato trasmesso il foglio di via obbligatorio, firmato dal questore di Ancona Giancarlo Pallini, nei confronti del giovane, residente fuori Comune

FALCONARA - Non potrà più tornare a Falconara per almeno tre anni il 34enne che, nella serata di giovedì 7 gennaio, era stato sorpreso dagli agenti della polizia locale in via IV Novembre, senza mascherina e ubriaco fradicio, tanto da urinare su un’auto in sosta in pieno centro, sotto gli occhi degli operatori intervenuti.

Ieri, 19 gennaio, al comando di polizia locale di Falconara è stato trasmesso il foglio di via obbligatorio, firmato dal questore di Ancona Giancarlo Pallini, nei confronti del giovane, residente fuori Comune. L’uomo era stato multato per circa 4mila euro, ma gli agenti non avevano potuto applicare il Daspo urbano, previsto dal nuovo regolamento di polizia urbana, perché il 34enne si trovava appena fuori del perimetro individuato. Stando alle nuove regole infatti il Daspo urbano, come prevede la norma che ha istituito questo strumento, può essere applicato in un’area limitata e individuata con precisione, che a Falconara è delimitata dalle vie Flaminia, XX Settembre, Bixio e Mameli, che ricomprende anche le piazze Mazzini, Garibaldi, Fratelli Bandiera ed è esteso a piazza Catalani. Il giovane era stato individuato a pochi metri di distanza da piazza Mazzini e da via Bixio, in una ‘zona franca’ ma comunque centrale. La polizia locale ha chiesto dunque l’intervento del questore, che ha emesso un provvedimento ancora più duro del Daspo urbano (la cui validità è limitata nel tempo), vista la durata di tre anni. La violazione del foglio di via è un reato punito con la reclusione.

«E’ con grande soddisfazione che ho appreso della decisione del dottor Giancarlo Pellini, questore di Ancona, che ringrazio per la collaborazione mostrata e per la celerità della decisione presa – dice l’assessore alla Polizia locale Raimondo Baia –. Questo provvedimento deve fungere da monito a quelle persone che pensano di venire in città e comportarsi senza alcuna regola. Oltre alla sanzione, ora scatterebbero conseguenze penali se questo soggetto si dovesse ripresentare a Falconara. Rispetto, regole e rigore. Un ringraziamento come sempre va alle donne e agli uomini della polizia locale». Il 7 gennaio la pattuglia della polizia locale era intervenuta attorno alle 19.30 vicino all’incrocio tra via IV Novembre e via Bixio dopo le chiamate di alcuni cittadini, che avevano segnalato la presenza del giovane ubriaco. Gli agenti lo avevano trovato disteso a terra e, quando gli avevano chiesto di mostrare i documenti, avevano avuto conferma delle sue condizioni: il 34enne aveva difficoltà a mantenere l’equilibrio e a parlare, aveva un forte alito vinoso e occhi lucidi. Era stato chiesto l’intervento del 118, perché il forte stato di ubriachezza avrebbe messo a rischio anche la stessa incolumità dell’uomo. In attesa dell’ambulanza il giovane si era abbassato i pantaloni e ha urinato su un’auto parcheggiata lungo via IV Novembre. Non aveva la mascherina, che gli era stata fornita dai militi della pubblica assistenza e che gli agenti lo avevano aiutato a indossare. Nei suoi confronti erano scattate tre sanzioni: una per ubriachezza manifesta, un reato depenalizzato che comporta una sanzione amministrativa di 102 euro, un’altra di 400 euro per il mancato rispetto delle norme anti-contagio per essere stato trovato senza mascherina. La terza, la più salata, era scattata per aver commesso atti contrari alla pubblica decenza: anche in questo caso si tratta di un reato depenalizzato che ha comportato una sanzione amministrativa di 3.333 euro.

...
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento