Ubriachi sulla Flaminia: una minaccia il suicidio, l'altro ferma le auto

La prima serata falconarese è stata all'insegna dell'abuso di alcol con due episodi, distinti tra loro, che hanno attirato non poco l'attenzione del passanti sulla Flaminia

I Carabinieri intervengono sulla Flaminia

Ubriaca fradicia, in spiaggia. A urlare al mondo che si voleva suicidare. E' stata trovata in queste condizioni la ragazza romena di 26 anni che ieri (lunedì 3 ottobre), attorno alle 21, ha fatto radunare in via Flaminia, all'altezza del cavalcavia di via Cairoli ambulanze del 118 e carabinieri. A dare l'allarme è stato un amico della straniera che ha raccontato di averla incontrata poco prima e di averla vista parecchio agitata e in preda all'alcol. Quando si sono salutati, lui si è preoccupato vedendola andare verso la spiaggia e così ha chiamato il 112. Dopo aver percorso il cavalcavia la donna è arrivata in spiaggia. Minacciava di gettarsi in acqua e di lasciarsi affogare. Si è tuttavia lasciata avvicinare e accompagnare in ambulanza al pronto soccorso. Non è stato l'unico caso legato all'abuso di alcolici della serata.  Mentre la pattuglia dei carabinieri di Ancona stava per andarsene è stata avvicinata da un'automobilista in transito che ha segnalato ai militari la presenza di un ubriaco in mezzo alla strada. L'uomo sbandava vistosamente e rischiava di essere investito da un'auto. I carabinieri a quel punto hanno percorso altri 500 metri di strada e, all'altezza del sottopassaggio che conduce a Villanova, hanno incontrato la persona segnalata. Si trattava di un operaio albanese. L'uomo è stato trovato disteso a terra lungo la riga di bordo carreggiata. Un punto pericoloso soprattutto per via del restringimento della carreggiata e della poca illuminazione. Quando i carabinieri si sono avvicinati per portarlo quantomeno sul marciapiede, l'uomo, un operaio albanese, ha provato a ribellarsi. Insulti e tentativi di scappare. Ai militari non è rimasto che di immobilizzarlo e attendere l'arrivo di rinforzi per accompagnarlo in ospedale. E' intervenuta una seconda pattuglia dal Radiomobile di Ancona. L'operaio, smaltita la sbornia, è stato denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento