Sono oltre 2mila gli studenti tornati a scuola, garantiti mensa e scuolabus

Il sindaco di Falconara ha salutato i ragazzi della scuola Giulio Cesare, che quest’anno sono ospitati all’istituto Serrani. Tutti completati i cantieri nei plessi

Rientro a scuola con il sindaco Signorini

FALCONARA - E’ suonata per 2.171 studenti la prima campanella nei tre istituti comprensivi falconaresi e da ieri, 14 settembre, giorno del rientro tra i banchi, per gli alunni delle scuole materne, elementari e medie è garantito tanto il trasporto scolastico, quanto il servizio mensa. Allo scuolabus si sono iscritti 287 ragazzi, cui si aggiungono 46 studenti della media Giulio Cesare che utilizzano il servizio navetta per raggiungere l’istituto superiore Serrani, dove la scuola è stata trasferita per l’inagibilità del plesso di via Repubblica. Per il servizio di refezione scolastica gli iscritti sono attualmente 1.005 (427 per la scuola dell’infanzia e 578 per la scuola primaria), ma il numero potrà variare con le ultime iscrizioni, che sono continuate ad arrivare anche nella giornata di oggi.

Per garantire che il servizio di trasporto si svolga in totale sicurezza, nel rispetto della normativa anti-contagio, è stato aumentato il parco mezzi con due nuovi scuolabus e a bordo è presente un assistente per gestire la fase di ingresso, compresa la misurazione della temperatura. Le fermate con il maggior afflusso di ragazzi, già da questa mattina, sono state presidiate dai volontari del gruppo comunale di Protezione Civile per garantire il distanziamento durante l’attesa e fino al momento della salita a bordo. Il servizio di navetta fino all’istituto Serrani per i ragazzi della scuola Giulio Cesare, completamente gratuito, è stato organizzato in due corse. Proprio i ragazzi della scuola media del centro, trasferiti all’ultimo piano dell’istituto di via Santorre di Santarosa, sono stati salutati dal sindaco, che nei prossimi giorni farà visita anche ad altri plessi del territorio.

«L’amministrazione comunale ha affrontato un enorme impegno organizzativo – è la considerazione del primo cittadino – perché in vista della ripartenza sono stati aperti cantieri in tutte le scuole. Gli interventi avevano in genere lo scopo di adeguare gli spazi alla normativa sul distanziamento, ma in alcuni casi, come alla Rodari, alla Aldo Moro e alla Da Vinci, sono stati completati lavori strutturali molto più impegnativi. Abbiamo vinto la sfida di terminare in tempo ogni intervento, grazie all’impegno del personale degli uffici tecnici, in particolare degli operai comunali, e alla collaborazione del personale Ata e degli insegnanti». «Contrariamente a quanto sostenuto dall’esponente di Italia Viva, che addirittura ipotizzava la fine dei lavori per gennaio 2021, siamo riusciti a terminare nei tempi previsti – dice l’assessore ai Lavori pubblici – non solo nella scuola Da Vinci di Castelferretti ma in ben otto scuole, nonostante i finanziamenti ministeriali siano stati assegnati nei primi giorni di agosto. Questo risultato è stato possibile grazie a un’attenta programmazione che ha permesso di coordinare i lavori di diverse imprese».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli istituti comprensivi, il più popoloso è il Ferraris di via Tito Speri, punto di riferimento della zona di Palombina Vecchia, con 988 studenti (erano 979 lo scorso anno scolastico). E’ la scuola media Ferraris la regina degli istituti falconaresi, con 368 iscritti, mentre sono 202 quelli della elementare Mercantini, 217 della elementare Aldo Moro, 110 della materna Rodari e 91 della scuola dell’infanzia La Mongolfiera. Segue l’istituto comprensivo Raffaello Sanzio di via Marconi, che serve la zona centro nord e Castelferretti, cui sono iscritti 603 studenti (erano 627 nell’anno scolastico 2019/2020). La elementare Da Vinci di Castelferretti si conferma il plesso scolastico con il maggior numero di iscritti con 213 bambini (contro i 240 dell’anno scorso), seguita dalla scuola media Montessori con 212 studenti, dalla scuola dell’infanzia L’Aquilone che conta 82 alunni, dalla materna Zambelli con 59 iscritti e dalla elementare Marconi con 37 alunni. All’istituto comprensivo Falconara Centro si sono infine iscritti 580 studenti (erano 582 un anno fa): la scuola con il maggior numero di ragazzi è la media Giulio Cesare con 174 iscritti, seguita dalla elementare Alighieri con 145, dall’elementare Leopardi, scuola storica del centro città, con 143 bambini, poi la materna di via Costa con 66 bimbi, la scuola d’infanzia Peter Pan di via Leopardi con 52 alunni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento