Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Import ed export della generosità: a scuola vince la colletta

Alle Ferraris di Falconara la solidarietà ha due corsie: quella della scuola in favore dei terremotati e quella dei genitori per ovviare ai furti high tech subiti dall'istituto

alcuni genitori alle prese con castagne e vin brulè per raccogliere fondi

Essere generosi è appagante. In questo caso, paga anche. Il gioco di parole è d'obbligo vista la doppia corsia di solidarietà che entra ed esce dall'istituto comprensivo Galileo Ferraris di Falconara. Una scuola che dai giorni del sisma in poi si è adoperata per raccogliere fondi da destinare alle zone terremotate. Le iniziative, come la Festa d'Autunno degli alunni delle medie e delle elementari, o i mercatini natalizi attivati dalle scuole dell'infanzia hanno portato a raccogliere 2.600 euro che sono stati ripartiti tra Caldarola (dove il De Magistris ha tre plessi lesionati), Fiastra (la primaria Fratelli Ferri crollata) e Visso (il Paoletti). 

«Tanti hanno lavorato alla riusciti di questi eventi all'insegna della generosità e della vicinanza solidale – spiega la preside Maria Ambrogini – docenti, educatori, alunni che si sono esibiti in performance canore ma anche a tutti i genitori per l’ampia partecipazione ed in particolare a quelli del comitato che hanno contribuito alla gestione organizzativa delle giornate e a tutte le famiglie che con gioia hanno acquistato i manufatti prodotti dai nostri alunni, a coloro che hanno preparato e distribuito le merende e a quelli che hanno allestito gli spazi per la festa d’ autunno e hanno contribuito al loro riordino».

Soldarietà anche di ritorno. La scuola, infatti, saccheggiata dai ladri di tutti i tablet nei mesi scorsi, ha ricevuto denaro grazie a una colletta avviata da tre cittadini. Stefania Scaradozzi, Silvano Maurilli e Franco Benedettelli avevano nei mesi scorsi lanciato un'iniziativa fatta di crowfunding online e cassette lasciate negli esercizi commerciali. Binari paralleli con i quali si sono ricavati oltre 400 euro, consegnati a inizio mese all'Ambrogini. Una cifra simbolica rispetto all'entità del furto ma un gesto di grande vicinanza del quartiere di Palombina Vecchia e della cittadinanza all'istituzione scolastica. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Import ed export della generosità: a scuola vince la colletta

AnconaToday è in caricamento