Cronaca

Profughi alle Saline, i cittadini protestano in strada: bloccato il traffico

Traffico bloccato a singhiozzo a Castelferretti contro l'ipotesi di allestire l'ospitalità dei profughi nel cantiere per la realizzazione della terza corsia della A14

I manifestanti in strada

Quasi un centinaio di cittadini in presidio su via Marconi all’incrocio con via Saline. La mattinata di martedì 3 maggio è stata contrassegnata dalla protesta contro l’ipotesi di adibire il cantiere allestito in zona Saline per i lavori della terza corsia della A14 per ospitare profughi in fuga dall’Africa e dalle zone di guerra. Ipotesi, perché di tale ancora si tratta stando alle rassicurazioni della Prefettura, ma che per i cittadini equivale a nubi all’orizzonte. Un’area che sorge in territorio di Camerata Picena ma che interessa, visti i confini comunali, anche Falconara e Ancona. In ordine sparso le prime due. Non pervenuta, quest’ultima. I sindaci di Falconara e Camerata, finora si sono parlati a corrente alternata. Gli stessi consiglieri comunali – rappresentanti di meno di 30mila abitanti in due – non si parlano. Si conoscono a stento. In strada, tra i cittadini, anche loro.

I falconaresi Raimondo Baia, Luca Cappanera, Ivano Astolfi e Romolo Cipolletti. Per Camerata, Andrea Giannoni, membro dell’opposizione che ha chiesto e ottenuto dal sindaco Paolo Tittarelli un consiglio comunale aperto per sabato 7 maggio. Baia ci prova. «Ho chiesto a Giannoni di lavorare a una mozione da far approvare anche dal nostro consiglio comunale – rilancia – non dobbiamo dimenticare che in questa zona sono presenti aziende di smaltimento rifiuti che in passato hanno creato problemi alla popolazione. Se ci dovesse essere un allarme nube tossica come nel 2006 come si farebbe evacuare il centro profughi?». C’è anche Italo D’Angelo, all’opposizione nell’assise civica dorica, critico contro il sindaco Mancinelli «che ancora di questo argomento non ha parlato anche se la questione interessa anche Ancona. Che è qui con i suoi confini ma che è anche capoluogo di regione. Al momento è presto per capire quali sono le intenzioni della Prefettura: vogliono farci un centro di prima accoglienza o un centro di smistamento? Mi sembra che ci siano idee poco chiare. Condivido comunque le preoccupazioni dei cittadini. Sono favorevole all’accoglienza, non alle invasioni. Dove c’è alta concentrazioni di immigrati si rischia l’effetto ghetto come al Piano e agli Archi di Ancona».

Verso le 9 arriva in strada anche il sindaco Brandoni. A seguire, l'assessore Matteo Astolfi. La "loro" Falconara, Castelferretti in particolare, è a pochi chilometri dal cantiere individuato. «Ho  già incontrato – dice il sindaco – molte di queste persone che non sono solo falconaresi ma anche residenti a Camerata e ad Ancona. Invierò una lettera al Prefetto per ribadire la posizione già espressa nel 2009 quando manifestammo la nostra contrarietà a un Cie. Ne ho già parlato con il viceprefetto». Brandoni, con ogni probabilità, parteciperà al consiglio comunale aperto di sabato. Dal canto suo, Tittarelli ha espresso la contrarietà dei suoi cittadini nel corso di un summit in Prefettura. «Tra i Comuni – denuncia Mauro Marchetti, uno dei portavoce dei cittadini - ci saremmo aspettati un dialogo ma è evidente che non c’è stato per interessi personali. Dalle Istituzioni continuano a evitarci e a non rispondere se non in maniera evasiva. L’unico che ci ha ricevuti è stato Brandoni, il quale ci ha fatto una relazione precisa dell’iter seguito ma non ha potuto fare altro. Speravamo che il sindaco di Camerata fosse qui a spiegarci la sua posizione. Favorevole o contraria, non importa, purché fosse qui a confrontarsi con i suoi cittadini e affrontare i suoi cittadini. Mi auguro che sabato mattina ci faccia capire il suo parere. Se siamo tutti coesi una soluzione condivisa la potremmo trovare». In vista altre manifestazioni simili a quelle di oggi. Con i cittadini in strada, i rallentamenti del traffico e la lunga fila di auto per via Marconi sotto l’occhio attendo di polizia, carabinieri e municipale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi alle Saline, i cittadini protestano in strada: bloccato il traffico

AnconaToday è in caricamento