Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Falconara, professoressa aggredita: lo studente non sarà bocciato

La preside conferma l'episodio pur ridimensionando l'entità dell'aggressione subita. L'indirizzo della scuola è quello di punire l'alunno ma senza per questo fargli ripetere l'anno scolastico

Una scuola

Punito ma non bocciato. Questo per non compromettere un percorso scolastico di tutto rispetto. La linea che la dirigenza della scuola media falconarese, teatro venerdì dell'aggressione di un'insegnante da parte di un suo alunno di 13 anni, pare indirizzarsi verso un provvedimento disciplinare duro ma senza arrivare alla bocciatura. 

Un, come è stato definito, "segnale forte al rispetto delle regole della comunità scolastica". Nel frattempo la madre del 13enne, riconvocata a scuola, ha riconosciuto l'errore del figlio. La preside, che contattata da Ancona Today non ha voluto rilasciare dichiarazioni, già ieri mattina aveva avviato un'istruttoria interna sul caso e ha definito lo studente come "molto intelligente, ma estremamente critico ed impulsivo". E l'aggressione? La versione della dirigente scolastica conferma l'episodio ma ne ridimensiona l'entità: ci sarebbe stata una spinta ma nessuna caduta a terra della docente, né calci. Particolari, questi ultimi, riferiti invece da chi ha assistito alla scena, avvenuta con il corridoio pieni di insegnanti, alunni (che lo hanno raccontato a casa), bidelli. Vero è che la prof, visitata al pronto soccorso di Jesi, ha riportato diversi ematomi tanto che i medici le hanno prescritto 3 giorni di prognosi. 

L'episodio ha scatenato grandi dibattiti sui social nei quali non è mancata la preoccupazione di alcuni genitori per "l'insegnamento che possono ricavare i nostri figli da questi esempi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara, professoressa aggredita: lo studente non sarà bocciato

AnconaToday è in caricamento