Polveri sottili, dal primo novembre in vigore una nuova ordinanza

Il Comune di Falconara ha accolto l’invito della Regione, che ha ipotizzato misure straordinarie in caso di situazioni particolarmente critiche

Foto di repertorio

FALCONARA - Il Comune si prepara a intensificare i controlli sulla circolazione dei veicoli più inquinanti: quanto incassato con le eventuali sanzioni sarà investito in una campagna per sensibilizzare la popolazione sulla riduzione delle emissioni. E’ una delle misure straordinarie previste dalla nuova ordinanza per contenere la concentrazione di polveri sottili e ossidi di azoto in atmosfera. Il provvedimento, siglato oggi 30 ottobre, entrerà in vigore il primo novembre fino al 15 aprile e sarà valido anche negli anni successivi (sempre dal primo novembre al 15 aprile). Sono confermate le limitazioni alla circolazione dei veicoli e all’utilizzo di impianti di riscaldamento pubblici e privati o di impianti produttivi, ma la novità riguarda l’adozione di interventi straordinari nel caso in cui la concentrazione di inquinanti in atmosfera superi la soglia di legge per oltre cinque giorni consecutivi.

Con la nuova ordinanza, in vigore fino al 15 aprile, l’amministrazione comunale ha voluto recepire le indicazioni contenute nella delibera di Giunta regionale 1123 del 3 agosto scorso, che dava facoltà agli enti locali di prevedere ulteriori limitazioni, rispetto a quelle in vigore ogni anno, in caso di situazioni particolarmente critiche. Il Comune di Falconara ha scelto quattro misure straordinarie: oltre all’intensificazione dei controlli, è prevista l’estensione degli orari in cui applicare le limitazioni alla circolazione (dalle 8.30 alle 18.30), limiti ulteriori alla circolazione dei veicoli diesel (da applicare anche agli Euro 4), forme di promozione del trasporto pubblico locale una volta superata l’emergenza sanitaria. Queste misure, come già visto, verrebbero adottate nel caso in cui la concentrazione di inquinanti in atmosfera superari la soglia di legge per oltre cinque giorni consecutivi. Quanto al fenomeno della concentrazione di polveri sottili nel territorio falconarese, negli ultimi anni i dati registrati dalle centraline evidenziano un calo costante a partire dal 2016, dopo periodi di forte criticità: si è passati dai 92 sforamenti del 2010 ai 24 del 2019 registrati dalla centralina Falconara Scuola (13 a Falconara Alta). Nel 2020, complici le limitazioni alla circolazione dovute all’emergenza sanitaria, i superamenti dei limiti sono avvenuti otto volte a Falconara Scuola e 10 a Falconara Alta (dati aggiornati al 25 ottobre). La normativa vigente ammette fino a 35 sforamenti dei limiti consentiti per legge (pari a 50 microgrammi di polveri per metro cubo d’aria) ogni anno. Il testo dell’ordinanza è disponibile sul sito del Comune di Falconara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento