menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Come sarà il Caffè Letterario al Pergoli. Nel tondo il vicesindaco Signorini e l'architetto Pelati

Come sarà il Caffè Letterario al Pergoli. Nel tondo il vicesindaco Signorini e l'architetto Pelati

Nuovo look per il Pergoli, in autunno arriva il Caffè Letteraio

Presentato il progetto di restyling per il Centro culturale alla presenza dell'architetto vincitrice del concorso di idee. Il vicesindaco Signorini: «Stimoli per la città»

Una nuova pavimentazione, il bancone di un bar, sedute e divanetti per poter leggere, prendere un caffè oppure assistere al incontri di carattere culturale. Il Centro Pergoli sta per diventare Pac, acronimo di Pergoli Arte & Caffè. Cos è stato chiamato da Annalisa Pilati e Massimiliano Matera, architetti e compagni nella vita, vincitori del concorso di idee per dare un volto al Caffè Letterario. Bolognese di 31 anni lei, 32enne di Frosinone lui, vivono e lavorano a Roma dove si sono laureati in architettura. Il loro lavoro è quello che più di tutti ha attirato la giuria esaminatrice alla quale hanno preso parte, oltre ai tecnici del Comune, anche due professionisti esterni: l'illustratore Andrea Agostini e l'architetto Tania Mengacci. A titolo gratuito. «Siamo orgogliosi di aver collaborato – dicono - viviamo e lavoriamo a Falconara, città di cui spesso si parla male immeritatamente. Tutti i progetti per particolarità e originalità erano meritevoli ma siamo stati tutti d'accordo su quello che è risultato il migliore, dallo studio della luce, all'utilizzo degli spazi, ma anche per la chiarezza e completezza con cui era presentato il progetto stesso». «In generale – ha aggiunto Agostini – hanno rappresentato un posto dove andrei volentieri e questa sensazione la danno le forme, i materiali, l'attenzione agli elementi tecnici».

Per attendere l'apertura del Pac occorrerà attendere l'autunno. Fino a tutto agosto il Pergoli è impegnato con la programmazione estiva (almeno fino al 28 agosto, ultimo giorno della Mostra Mercato del Fumetto 2016). Poi si prevedono un paio di mesi di lavori. Nel frattempo il Comune pubblicherà il bando per la gestione del Caffè. L'intervento maggiore riguarderà la sala che oggi occupa la reception dove sarà allestito un bancone modulare e scomponibile che potrà essere adattato alle varie iniziative. «Mostre, aperitivi musicali, incontri culturali, presentazioni libri – elenca il vicesindaco Stefania Signorini – questo è un punto di partenza per dare opportunità e stimoli alla città. Un luogo di momenti conviviali ma anche contenitore di eventi. Per realizzarlo abbaimo dato occasione di visibilità ai giovani. Per questo il primo evento che faremo sarà la mostra di tutti i progetti partecipanti». Visibilità ma anche un premio in denaro. Ai vincitori sono andati 2.500 euro. L'architetto Pelati ha ringraziato il Comune «per l'opportunità di confrontarci con un progetto così interessante. Per noi è stata una bellissima occasione soprattutto perché il progetto verrà realizzato, cosa che in Italia avviene poco quando si parla di concorsi di idee». Costo dell'operazione, circa 40mila euro. Di questi 5mila arrivano dai fondi regionali del Distretto Culturale Evoluto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento