Falconara, ex Montedison: al via la perizia geologica e sismica entro fine mese

Perizia geologica e sismica entro fine mese. Oggi, riunione tecnica dei privati per presentare la richiesta di variante al Prg ai comuni di Falconara e Montemarciano. Obiettivo, il recupero dell'ex sito industriale

Sono iniziati ieri mattina i carotaggi nel terreno agricolo antistante il sito industriale dell’ex Montedison. L’area rientra nel progetto di recupero privato che si è posto l’obiettivo di realizzare quello che attualmente è stato definito Open Air Shopping Park. Un’azienda specializzata per conto del Centro Assistenza Ecologica (incaricato di produrre Vas e Via per presentare la variante al Piano Regolatore Generale) sarà impegnata fino a venerdì 15 gennaio con carotaggi nell'area agricola che va da dietro il distributore di benzina sulla strada statale Adriatica all’altezza, in linea d’aria, con la chiesa di Santa Maria delle Neve di Marina. Il tutto in raccordo con i progettisti dello studio Marasca Sardellini di Ancona che hanno firmato il progetto preliminare. Il progetto Montedison, già presentato e approvato dalla Soprintendenza, è stato suddiviso in due fasi operative: prima la parte dell’ex sito industriale e successivamente le opere di completamento (lato mare). La proprietà (l’azienda Agricola del Poggio), il promotore (Genera Consulting) e i tecnici si riuniranno oggi per poi presentare la domanda di variante ai due Comuni cointeressati: Falconara e Montemarciano. Le perforazioni, unitamente a quelle già effettuate per la caratterizzazione della bonifica, sono necessarie per redigere una relazione geologica, geotecnica, geofisica e sismica. Perizia che sarà pronta, meteo permettendo, entro il 31 gennaio.

I privati hanno pronosticato per il 2017 la fine dell'iter autorizzativo e per il 2020 l'apertura al pubblico della nuova realizzazione. Un progetto definito dagli stessi promotori "complesso" e che prevede anche la bonifica dell'area, curata dall'Università Politecnica delle Marche. "Si tratta di un progetto epocale che riporterà, dopo decenni, sviluppo in una zona strategica oggi degradata e inquinata" ha commentato tempo fa Bernardo Marinelli, A.d. di Genera Consulting.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento