Cronaca

Falconara, la mareggiata abbatte un pontile. Danni anche all'Api

Il Comune cerca spalatori per dare una mano agli chalet. Problemi anche in raffineria: caduto un muro di contenimento e danni alla piattaforma

Sottopassi chiusi e da ripulire dalla sabbia, operatori balneari all'opera per ripulire gli chalet. Un pontile crollato e danni anche alla raffineria Api. Il bilancio della mareggiata di ieri è ancora in fase di calcolo ma si teme per la nuova allerta meteo diramata dalla Protezione Civile regionale: da domani fino a lunedì.

Chiusi tutti i sottopassi. Gli unici agibili per accedere al litorale sono quelli di via Trieste (zona Piattaforma Bedetti) e Palombina Vecchia. In via Goito stanno lavorando dalle prime luci dell'alba i vigili del fuoco per aspirare tutta l'acqua che si è accumulata sotto la volta. Quattro metri d'acqua che, quando si è ritirata, ha lasciato almeno tre metri di sabbia.

Operai comunali, di Marche Multiservizi, vigili del fuoco volontari, Polizia Municipale, Guardia Costiera e Carabinieri. Tutti all'opera per riportare in sicurezza la zona. Il Comune sta pensando di arruolare spalatori (come avviene in caso di neve) per liberare i sottopassi. Allertata anche Multiservizi per il crollo della parte finale del pontile in zona Disco. Danni infine anche alla Raffineria Api. Le onde hanno abbattuto un muro di contenimento sul lato mare e danneggiato la piattaforma dove attraccano le petroliere per le operazioni di carico e scarico.

"L'Amministrazione ha allertato la Falcomar comunicando che domani, domenica, dalle ore 10,  Amministratori e tecnici comunali effettueranno un sopralluogo in spiaggia per riverificare lo stato dell'arte - si legge in una nota - Essendo l'allerta meteo prorogata sono a lunedì si invita la cittadinanza a non frequentare la spiaggia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara, la mareggiata abbatte un pontile. Danni anche all'Api

AnconaToday è in caricamento