menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La targa commemorativa

La targa commemorativa

Palazzo Bianchi, intitolata una sala all'ex dirigente comunale Susy Coltrinari

Intitolata una sala a Susy Coltrinari, ex insegnante e dirigente comunale venuta a mancare a marzo del 2014 all'età di 61 anni

Questa mattina (giovedì) è stata intitolata a Susy Coltrinari, ex insegnante e dirigente comunale venuta a mancare a marzo del 2014 all’età di 61 anni, la sala occupata dall’Ambito Sociale all’ultimo piano di Palazzo Bianchi. A scoprire personalmente la targa il Sindaco Goffredo Brandoni, alla presenza del marito Walter Ridolfi, dei tre figli Massimiliano, Francesca e Silvia, parenti e amici della cara Susy. Alla cerimonia di intitolazione hanno partecipato anche l’assessore Clemente Rossi, dirigenti comunali e un nutrito gruppo di dipendenti che hanno conosciuto e potuto apprezzare la dottoressa Coltrinari negli anni in cui è stata in servizio a Falconara. Una lunga collaborazione cominciata come insegnante di scuola comunale dell'infanzia nel 1975 e conclusa da dirigente, prima dell'ufficio Scuola, Cultura, Turismo, Politiche Giovanili e Sport, e infine del settore dei Servizi Sociali dove è stata indiscusso punto di riferimento. Diversi anche i progetti a cui ha partecipato come l'apertura dell'asilo nido Sirenetta e quello montessoriano "Aquilone".
 
«Subito dopo la scomparsa della dottoressa Coltrinari ho pensato di voler fare qualcosa per lei – ha dichiarato il sindaco Goffredo Brandoni -. Dico sempre che negli Enti locali, salvo rari casi, c’è intercambiabilità tra i dipendenti, e ogni lavoratore può andare da un servizio all'altro. Ma chi lavora ai servizi sociali deve avere quella pazienza in più e quella umanità in più, caratteristiche che contraddistinguevano Susy. Quando è capitata l'occasione per poterle affidare l’incarico ai servizi sociali ero sicuro che lei fosse la persona giusta al posto giusto, e il tempo mi ha dato ragione. Abbiamo scelto questa sala perché l’Ambito è formato da sette comuni e qui si riuniscono sette sindaci, sette dirigenti, tutte persone che nel tempo mi confermarono che la Coltrinari era stata la scelta giusta per quel settore. Da qui in avanti chi entra deve sapere quanto ha dato Susy a questo Comune e a questa città».

 
   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento