Cronaca Falconara Marittima

Informagiovani e Donne chiusi, polemiche in Comune: «Grave mancanza di servizi»

Civiche all'attacco del vicesindaco Stefania Signorini che si difende: «I servizi saranno ripristinati dal 21 novembre. La qualità è aumentata dopo trasferimento in centro città»

Il Centro Pergoli che ospita Informagiovani e Sportello Frida

L'Informagiovani e lo Sportello Frida. Due strutture, dedicate all'orientamento formativo e lavorativo dei giovani e al supporto delle donne vittime di violenza, stalking e con difficoltà economiche che da mesi non sono più attivi a Falconara. «Dopo l’inaugurazione della nuova sede avvenuta in pompa magna nella seconda metà di marzo – attacca Lara Polita, consigliere comunale di Cittadini in Comune e Falconara Bene Comune - ad appalto scaduto a giugno, ad oggi risultano ancora chiusi. È importante e grave il servizio che manca al cittadino. Responsabili il dirigente e la vicesindaco Stefania Signorini. Disattendono palesemente il proprio ruolo».

I due servizi erano inizialmente ospitati in via Leopardi, nei pressi del parco Kennedy. Poi, per facilitare l'accesso dei cittadini e per risparmiare sui costi degli affitti, il Comune ha deciso di ospitarli al Centro Pergoli. «Ripartiranno il 21 novembre – spiega la vicesindaco Signorini – e saranno affidati nuovamente alla Coos Marche. Terminato il vecchio affidamento abbiamo avuto a che fare con le nuove norme per gli affidamenti esterni, con una burocrazia molto più pesante rispetto al passato. Il bilancio del servizio è comunque positivo. Lo spostamento in centro ha giovato in termini di presenze e partecipazione alle iniziative come incontri formativi con esperti e consulenti del lavoro».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Informagiovani e Donne chiusi, polemiche in Comune: «Grave mancanza di servizi»

AnconaToday è in caricamento